calcio

Pepe l’intoccabile: si infortuna al ginocchio, ma Santos lo aspetta per il Qatar e il Porto per il rinnovo

Pepe l’intoccabile: si infortuna al ginocchio, ma Santos lo aspetta per il Qatar e il Porto per il rinnovo - immagine 1
Intoccabile. A 39 anni, Pepe è ancora insostituibile. Il capitano del Porto è uno dei pilastri del Portogallo di Fernando Santos. Tanto che a ogni battuta d’arresto, ancor di più a poco più di un mese dall’inizio del Mondiale, fa...

Redazione Il Posticipo

Intoccabile. A 39 anni, Pepe è ancora insostituibile. Il capitano del Porto è uno dei pilastri del Portogallo di Fernando Santos. Tanto che a ogni battuta d'arresto, ancor di più a poco più di un mese dall'inizio del Mondiale, fa tremare sia il Porto che la sua squadra.  Sergio Conceiçao ha annunciato che il suo capitano soffre di una "grave distorsione al ginocchio e salterà le prossime partite". Quanto basta per tremare ma anche per rinnovare la fiducia al centrale.

ALLARME

Il suo infortunio ha fatto scattare il campanello d'allarme. Pepe compirà 40 anni a gennaio, ma è ancora un giocatore chiave in un Porto molto competitivo, nonché una vera e propria guardia del corpo di Fernando Santos in nazionale. La selezione portoghese, del resto, ha una certa penuria di difensori di alto livello che rendono il centrale del Porto partner inseparabile di Ruben Dias. Alle loro spalle non ci sono alternative di alto livello. Sia nella squadra di club che in nazionale Pepe continua a garantire prestazioni notevolissime. Per mestiere, competitività, carattere, conoscenza del gioco è un leader assoluto e ammirato da cui molti compagni hanno anche tratto ispirazione. Basti pensare a Militao.

Pepe l’intoccabile: si infortuna al ginocchio, ma Santos lo aspetta per il Qatar e il Porto per il rinnovo- immagine 2

FIDUCIA

Allarme che però non intacca la fiducia di chi crede nelle qualità del calciatore. L'assenza di Pepe si farà sentire, ma in ogni caso nessuno, né a Porto né a Lisbona, è davvero pronto a sostituirlo. Né lo desidera. Santos non ha alcuna intenzione di rinunciare al suo calciatore e ha già lasciato capire, come riportato da AS, che sarà convocato per il Qatar. Idem per Conceicao. Il Porto deve affrontare un periodo particolarmente delicato della stagione e ha bisogno di lui. Dopo 682 partite da professionista e 28 titoli, tra cui un Campionato Europeo e tre Champions League, Pepe è ancora indiscusso. Non a caso il Porto, secondo i media portoghesi, ha già programmato un incontro per prolungare il contratto che scadrà nel 2023.