Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Pepe: “Chi critica CR7 non sa che fatica sia segnare sempre. Lui in Portogallo? Non so se sopporterebbe…”

(Photo by Linnea Rheborg/Getty Images)

Pepe parla dello scontro al Real tra Casillas e Mourinho, ma dice la sua anche sul suo grande amico CR7 e sul futuro di Conceicao...

Redazione Il Posticipo

Képler Laveran Lima Ferreira, per tutti Pepe. Una leggenda del calcio portoghese e una colonna per molti anni del Real Madrid. Uno che non si è mai spaventato di nulla, neanche di mettersi in mezzo in uno scontro tra titani. Ai tempi dei Blancos, mentre Mourinho e Casillas erano ai ferri corti, il lusitano ha difeso lo spagnolo davanti alle telecamere. Un qualcosa che, come racconta a NOVO, all'epoca è stato interpretato come uno sgarbo allo Special One. Ma il difensore del Porto spiega che non è così...

MOU E CASILLAS - "Vorrei mettere in chiaro che in quel momento non sono stato contro il mio allenatore, ma parlando con i media ho solo chiesto rispetto per un mio compagno di squadra. Credo che fosse chiaro. Iker ha una storia importantissima al Real Madrid, ha vinto i Mondiali e gli Europei, è stato capitano del Real e della nazionale spagnola, perchè lo criticavano così tanto? Io volevo difenderlo. Forse ho parlato al momento sbagliato, perchè sia Mourinho che Casillas erano in stato di shock. Ma io ho solo chiesto rispetto per Iker e continuo a credere che sia stato ingiusto quello che gli è successo con il Real Madrid, essere trattato così dopo aver dato tanto al calcio...". Alla fine, però, il rapporto tra il portiere e i Blancos si è rotto.

 BELGRADE, SERBIA - MARCH 27: Cristiano Ronaldo of Portugal reacts during the FIFA World Cup 2022 Qatar qualifying match between Serbia and Portugal at FK Crvena Zvezda stadium on March 27, 2021 in Belgrade, Serbia. Sporting stadiums around Serbia remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Srdjan Stevanovic/Getty Images)pepe

CR7 E CONCEICAO - A proposito di Real, si parla anche del futuro di un grande amico con cui Pepe ha condiviso il Bernabeu: CR7. Possibile rivederli assieme, magari nel campionato di casa? "Sinceramente, visto come lo conosco, non so se sopporterebbe il modo con cui molta gente parla di calcio in Portogallo. Credo che sia felice a Torino, è il capocannoniere della Serie A, chi lo critica non sa che difficoltà sia segnare più di 30 gol ogni anno. Quello che riesce a fare Cristiano è incredibile. E spero che rimanga lì altri anni, dando gioia agli amanti del calcio e rappresentando benissimo il Portogallo come ha sempre fatto". E poi un pensiero a Conceicao, che sta facendo benissimo ma potrebbe salutare il Porto per altre offerte. "Lui sa che mi piacerebbe che rimanesse, ma ha i suoi obiettivi e bisogna rispettarli. Negli ultimi quattro anni ha alzato parecchio l'asticella. Possiamo solo ringraziarlo, perchè grazie al suo essere esigente siamo saliti di livello. Mi sarebbe piaciuto giocare per lui quando ero più giovane, a 28 o 29 anni, nel mio miglior momento di carriera". Sicuramente, anche al tecnico...