Pellegri, che sfortuna: altro stop ed esordio ancora rimandato

Non c’è pace per il gioiellino del Principato di Monaco. Dopo essere tornato a disposizione di Jardim ecco un nuovo stop. Questa volta muscolare. Esordio in campionato ancora una volta rimandato.

di Redazione Il Posticipo

La sfortuna, nei pressi di Montecarlo, assume le sembianze del postino: bussa sempre due volte. A casa Pellegri, però… sembra essersi attaccata al campanello.  Ancora uno stop per il gioiellino del Monaco, che si ferma, ancora una volta sul più bello. Altro infortunio, questa volta muscolare.

LESIONE – Come riportato dal sito ufficiale della squadra del Principato, l’ex giocatore del Genoa si è procurato una lesione muscolare alla coscia destra. Proprio sul più bello, dunque, l’ennesima sosta ai box per un ragazzo sinora sfortunatissimo. L’ultima uscita, contro la sua ex squadra, in amichevole, aveva lasciato in eredità a Jardim un giocatore pronto. Contro i rossoblu Pellegri ha sfiorato il gol, cogliendo in pieno un palo, ma poi si è procurato un calcio di rigore. Insomma una prova confortante prima dell’ennesima tegola, arrivata alla vigilia della sfida contro il Bordeaux che avrebbe dovuto sancirne il rientro in campo.

SEI PRESENZE – Jardim contava su di lui: il ragazzo dei record (con i due gol alla Lazio segnati a 16 anni e 112 giorni, è il più giovane calciatore  della storia del nostro campionato a realizzare una doppietta in Serie A) avrebbe dovuto essere la punta di diamante dei monegaschi ma la pubalgia non gli ha lasciato tregua. Sette infortuni in due anni però ne hanno frenato l’ascesa. Basti considerare che dal 2018 ha collezionato appena sei presenze con la maglia della squadra del Principato. Esordio in questa stagione dunque ancora rimandato per il ragazzo che tutti aspettano con ansia. Le qualità non si discutono. Resta da completare l’ennesima tappa di una Odissea che lo sta tenendo praticamente fermo da quando ha attraversato la frontiera.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy