Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Pelé: “Mi sarebbe piaciuto giocare nel Real”

Pelé: “Mi sarebbe piaciuto giocare nel Real” - immagine 1
La perla nera elegge Messi come giocatore più talentuoso, ma ritiene che Ronaldo sia cresciuto tantissimo come giocatore e preferisce vedere giocare il fuoriclasse portoghese

Redazione Il Posticipo

Pelé e il Real Madrid. Una storia che non si è mai concretizzata. La perla nera, forse il più grande di tutti, sicuramente il migliore della sua era, non ha mai voluto lasciare il Santos ma, come confessato in una intervista rilasciata qualche tempo fa al sito  madridistareal.com avrebbe indossato volentieri la maglia del Real Madrid, considerata l'ammirazione per Di Stefano e, più recentemente, per Zidane.

REAL

Pelè ha avuto un rapporto particolare con il Real. Amava Di Stefano. Non ha mai giocato in Europa, ma gli sarebbe piaciuto entrare alla Casa Blanca. "Alfredo avrebbe potuto essere il giocatore più forte della sua epoca. È un peccato che non ci siano abbastanza video delle sue partite, sarebbe sicuramente più popolare. Nella mia carriera non ho mai voluto lasciare il Santos, ma sarebbe stato incredibile giocare a Madrid. Ammiro molto anche Zidane. Penso che abbia svolto un lavoro esemplare: gestisce i giocatori ed ha sempre raccolto successo. Spero che continui a mantenere il Real Madrid ai vertici, non è facile".

Pelé: “Mi sarebbe piaciuto giocare nel Real”- immagine 2

GOAT

Dal passato al presente. Maradona, poi Messi e Cristiano Ronaldo. E, dopo il suo addio a questo mondo, si sprecano i paragoni. Pelé, al proposito, aveva una idea abbastanza precisa, anche senza... "controprova" nel calcio europeo. "Il migliore? Penso che i numeri e i titoli che ho vinto siano una prova sufficiente. Non penso che avrei dovuto giocare in Europa per dimostrare qualcosa. Il gioco, comunque, adesso è molto diverso rispetto ai miei tempi. Ronaldo è stato il centravanti più forte che abbia mai visto. I "10" che ricordo sono Maradona Cruijff e lo stesso Zidane. Considero Messi il migliore in questo momento, ma mi piace molto guardare giocare  Cristiano. È diventato un grande giocatore. Siamo fortunati, come tifosi,  a vedere il confronto fra lui e Messi ogni settimana. È  una bella cosa non solo per il calcio ma per lo sport. Godiamoceli. Poi per il futuro dico Mbappè".