Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Pedri, il numero 8 e l’idolo Iniesta: “Volevo farmi i capelli come i suoi, mio padre mi ha detto ‘ma è calvo’”

Pedri, il numero 8 e l’idolo Iniesta: “Volevo farmi i capelli come i suoi, mio padre mi ha detto ‘ma è calvo’” - immagine 1
Il giovanissimo centrocampista blaugrana, classe 2002, è forse il calciatore che in campo più si avvicina a quello che è stato Iniesta e si è preso il “suo” numero 8. Anche perchè Don Andres...è il suo idolo sin da piccolo, anche in...

Redazione Il Posticipo

Il Barcellona assegna i numeri per la prossima stagione e Pedri si prende finalmente la numero 8, che l’anno scorso aveva Dani Alves, ma che e quella che è appartenuta al grande Iniesta. Per ogni tifoso del Barça che si rispetti, la 8 è la maglia di Don Andres. E con un po’ di ritardo, finisce ora sulle spalle del talento delle Isole Canarie. Quando c'è stata la rivoluzione dei numeri dopo l'addio di Messi, a Pedri è toccato il numero 16, ovvero...due volte otto. Tutta “colpa” di Pjanic, che aveva il numero dell’Illusionista e lo ha lasciato solo dopo che Pedri aveva già giocato con la 16, non potendo così più cambiarla. Ma il giovanissimo centrocampista blaugrana, classe 2002, è di certo il calciatore che in campo più si avvicina a quello che è stato Iniesta. Anche perchè...è il suo idolo sin da piccolo.

CAPELLI

A spiegarlo è lo stesso Pedri, che qualche tempo fa in un'intervista realizzata dai media della nazionale spagnola ha raccontato un aneddoto di quando era ancora un bambino. Che di certo aveva le idee abbastanza chiare su chi fosse il suo modello di calciatore, ma forse non era ancora in grado di decidere autonomamente del proprio look. "Ero dal barbiere insieme a mio padre e in televisione stavano trasmettendo una partita del Barcellona. Allora ho chiesto a mio padre di farmi tagliare i capelli come Iniesta, perchè era il mio idolo. Mio padre mi ha guardato e mi ha detto di no, perchè Iniesta era calvo e mica poteva lasciarmi tagliare i capelli a quella maniera".

IDOLO

Nel corso degli anni, però, almeno con il pallone tra i piedi la somiglianza è aumentata, al punto che il Barça lo ha acquistato dal Las Palmas anche perchè in lui ha visto le giocate che erano tipiche di Don Andres. E quando è diventato blaugrana, Pedri ha avuto anche l'onore di ricevere un "in bocca al lupo" direttamente dal suo idolo, che a MundoDeportivo ha parlato benissimo di lui: "La cosa che mi piace di Pedri è che quando scende in campo e ha il pallone tra i piedi, non diresti mai che è così giovane", ha spiegato l'Illusionista. Un po' come succedeva a lui, anche per colpa...di quei capelli un po' troppo radi che però piacevano tanto al nuovo talento del Barça.