Paura per Ancelotti: i ladri entrano in casa e vengono messi in fuga da sua figlia Katia

In giro per l’Europa, si moltiplicano le storie di furti durante le partite nelle case vuote dei protagonisti del pallone. Ma Ancelotti non è però stato così fortunato e quando due malintenzionati hanno cercato di entrare nella sua abitazione di Blundellsands qualcuno dentro c’era: sua figlia Katia, che li ha messi in fuga.

di Redazione Il Posticipo

Uno dei pochi lati positivi della pandemia è il crollo dei furti in casa. Tra smart working e lockdown forzati, è davvero complicato per i ladri trovare un momento in cui le abitazioni sono vuote. Per quello che riguarda i protagonisti del mondo del calcio, però, c’è sempre un momento in cui si ha la certezza di non trovarli in casa: quando si gioca. E in giro per l’Europa, si moltiplicano le storie di furti durante le partite. Ma come racconta il Daily Mail, Carlo Ancelotti non è però stato così fortunato e quando due malintenzionati hanno cercato di entrare nella sua abitazione di Blundellsands qualcuno dentro c’era: sua figlia Katia, che li ha messi in fuga.

PASSAMONTAGNA – Brutto spavento dunque per la famiglia Ancelotti, che in settimana invece ha avuto di che festeggiare dopo la vittoria per 5-4 contro il Tottenham di Mourinho in FA Cup. Ma il venerdì del tecnico dell’Everton è stato complicato, visto che verso le sei di pomeriggio lo hanno avvisato del tentativo di furto. La polizia locale ha confermato che è stato richiesto l’intervento degli agenti perchè due individui con passamontagna e vestiti impermeabili sono entrati nell’abitazione, prima di essere disturbati dalla figlia di Ancelotti. Che quindi ha visto la preparazione della partita del weekend con il Fulham interrotta, vista la necessità di tornare a casa e di stare vicino a sua figlia, che come spiega il tabloid è rimasta particolarmente scossa dall’esperienza.

ancelotti
(Photo by Daniel Leal Olivas – Pool/Getty Images)

BELLA ZONA – E dire che proprio in questi giorni, parlando al New York Times, Carletto aveva raccontato di quanto gli piacesse la zona dove ha trovato casa dopo essere diventato tecnico dell’Everton. “È un posto bellissimo, vicino al mare. C’è una spiaggia bellissima e lunghissima, ci sono percorsi per andare in bici e altri per farsi una passeggiata. Puoi arrivare a Formby a piedi seguendo il lungomare. E poi c’è l’installazione di Gormley, cento statue sulla spiaggia rivolte verso il mare. Mi piace davvero molto”. Peccato che ci siano anche i ladri, che sono riusciti a portare via una cassaforte. Ma visto che molte delle celebrità calcistiche della zona nel corso degli anni hanno avuto problemi del genere, forse non è neanche troppo una sorpresa…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy