Paura in Scozia: crolla la copertura dell’area disabili dello stadio del Kilmarnock

Paura in Scozia: crolla la copertura dell’area disabili dello stadio del Kilmarnock

La Scottish Premier League è ripartita. ma oltre al 7-0 del Celtic al debutto fa rumore il crollo di un tettino dell’area disabili del settore ospiti. Tutta colpa di un’invasione dei tifosi del Rangers.

di Redazione Il Posticipo

Ci sono dei campionati che, magari, a livello tecnico-tattico, non hanno lo stesso fascino dei  campionati maggiori ma dal punto di vista emozionale sono davvero molto, ma molto caldi. Anche troppo. In Scozia, alla prima di campionato, il gol vittoria dei Rangers in casa del Kilmarnock porta a un’invasione di campo che ha conseguenze piuttosto serie. La copertura dell’area riservata ai tifosi ospiti diversamente abili collassa.

IL MOTIVO – Il club di casa, il Kilmarnock del neo-arrivato Angelo Alessio, sta cercando di fornire delle spiegazioni e sta di conseguenza indagando sull’accaduto. Secondo quanto riportato dalla BBC, la prima di campionato era ferma sul pari per 1-1 tra i Rangers e i padroni di casa. Al 91’, però, il colpo di testa di Conor Goldson porta in vantaggio gli ospiti che reagiscono con un’invasione di campo liberatoria. Solo per loro. Nel giro di qualche minuto, comunque, la polizia, aiutata dagli steward ha ripristinato l’ordine all’interno del Rugby Park ma di lì a poco si scopre lo spiacevole accaduto.

COPERTURA – In genere, definire un’invasione di campo come “piuttosto scomposta” sarebbe ridondante. In questo caso, visti i danni procurati sembra davvero necessario. Il tettino dell’area riservata ai tifosi dei Glasgow Rangers diversamente abili ha ceduto senza comunque gravi conseguenze. La società ora dovrà indagare… forse anche sulle proprie responsabilità perché se è vero che i danni sono stati procurati dall’invasione è altresì probabile che la struttura non fosse poi così solida. Certo, non che si tratti di una struttura concepita per farci saltare sopra le persone. In ogni caso, i danni andranno sistemati ed è probabile che si faccia il possibile per identificare i responsabili di tale danno che ha comunque creato una situazione di pericolo anche se la BBC non parla di feriti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy