Paul Scholes: da leggenda della Premier League a… riserva in undicesima divisione

La leggenda del Manchester United, Paul Scholes, è stato…messo fuori squadra dal tecnico del Royton Town, club di Manchester League Premier Division, undicesima divisione inglese.

di Redazione Il Posticipo

Qualche mese fa, Paul Scholes, leggenda dei Red Devils, dopo aver appeso gli scarpini al chiodo nel prima nel 2011 e poi nel 2013, si è ricordato della classe che ha sempre portato sulle spalle ed è tornato a giocare a calcio, nel Royton Town. Certo, è sceso in campo in una competizione dove sapeva di poter ancora fare la differenza, in un campionato locale all’undicesimo livello della piramide del calcio inglese. Ma, nonostante tutto, non ha voluto tradire né la città (si tratta di un campionato locale di Manchester) né i colori. La maglia indossata, seppure un po’ più scura, è sempre rossa. L’allenatore del club, però, ha deciso di scaricare il giocatore, che ha appena compiuto quarantaquattro anni.

AL COMPLETO – Lesa maestà? Sì…e no, perchè in fondo Scholes era tornato in campo per necessità. Non certo la sua, ma quella della squadra, che era a corto di giocatori e che quindi si è servita di un papà famoso, visto che il figlio dell’ex centrocampista dello United gioca proprio con il Royton. Ma ora, dopo aver portato il club sotto i riflettori, l’ex nazionale inglese viene…scaricato dal tecnico. Recuperati i calciatori infortunati e conquistato il primo posto in classifica, Mister Mark Howard ha capito di non aver più bisogno di Scholes. E il presidente del club, Gary Leeming, ha commentato la vicenda: “Siamo nel pieno delle nostre forze, quindi non è necessario. Al momento, il nostro allenatore, Mark Howard ha detto a Paul Scholes che non sarà schierato”.

MARKETING – Certo, finché Scholes avrà voglia di giocare, a qualsiasi squadra, specie di quel livello forse farebbe comodo tenerselo. Anche perchè, oltre al valore che ancora può mostrare in campo, c’è un discorso più sottile da fare: prima dello scorso anno, quando Scholes si è unito alla squadra, chi aveva già sentito parlare del Royton Town? Qualcuno, e neanche tutti, tra gli abitanti di Manchester. Il buon vecchio Paul, però, pare averla presa bene. Sempre al Sun, il presidente del club ha rivelato: “Scholes ha prenotato un tavolo per i nostri giocatori per una cena il 29 dicembre”. In ogni caso, il giocatore era assolutamente consapevole che questa avventura nel calcio dilettantistico non sarebbe durata molto a lungo. E pare avere il cuore abbastanza in pace nell’appendere gli scarpini al chiodo per la…terza volta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy