calcio

Patatine, prosciutti e orrori “artistici”: le maglie straniere più assurde di sempre

Luigi Pellicone

Persino il Barça non è immune da disastri. Dimostrazione ne sia la maglia poco blaugrana di qualche stagione fa. Un passaggio dall'arancione al giallo così graduale e indolore, che a molti grafici ha ricordato il gradiente dei programmi di fotoritocco. Ma c'è anche chi ha pensato a un bel cocktail di agrumi. In ogni caso, la prova che non basta metterci dentro Messi per rendere una maglia apprezzabile.

Potresti esserti perso