calcio

Patatine, prosciutti e orrori “artistici”: le maglie straniere più assurde di sempre

Luigi Pellicone

Per festeggiare la qualificazione alla Coppa UEFA, nel 1997 il Bochum decide (per motivi ancora ignoti) di abbandonare il classico blu. Non del tutto, ma decidendo di coprire l'altra metà della maglia con colori che sembrano messi lì senza troppo senso logico. Una scelta anche poco fortunata, perchè l'avventura europea finisce dopo soli tre turni.

Potresti esserti perso