Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Paredes, bordata a Tuchel: “Al PSG serviva un cambiamento e con Pochettino si lavora di più”

MANCHESTER, ENGLAND - DECEMBER 02: Leandro Paredes of Paris Saint-Germain ibattles for possession with Fred of Manchester United during the UEFA Champions League Group H stage match between Manchester United and Paris Saint-Germain at Old Trafford on December 02, 2020 in Manchester, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

Il centrocampista argentino non lascia molto spazio alle interpretazioni

Redazione Il Posticipo

Paredes, bordata a Tuchel.  Il centrocampista argentino non lascia molto spazio alle interpretazioni in una intervista rilasciata a Telfefoot in cui analizza la stagione del PSG e le prospettive della squadra Campione di Francia e i cambiamenti legati alla gestione Pochettino.

ARGENTINO - Il PSG ha un'anima più argentina con l'arrivo del nuovo tecnico Mauricio Pochettino . Un cambiamento che ha portato a tante novità dentro e fuori campo. "Prima c'erano diverse cose che non funzionavano. Avevamo tutti bisogno di un cambiamento mentale. Individualmente e collettivamente. Con Pochettino si lavora di più, sicuramente ci stiamo allenando molto più di prima Mi trovo molto bene e la squadra è assolutamente consapevole del proprio potenziale. La gente ritiene normale che il PSG si confermi Campione e noi conviviamo con questa pressione. Del resto siamo una grande squadra, la migliore in Francia. Dobbiamo dimostrarlo ogni giorno".

CHAMPIONS - A Lione ci sono riusciti. Un 2-4 che ha restituito la vetta sebbene con condominio con il Lille. C'è tempo e modo di preparare la fuga. E soprattutto di caricarsi in vista della sfida di Champions.  La rivincita della finale dello scorso anno. "Il sorteggio ci ha riservato un altro avversario molto difficile. Giocheremo contro i campioni in carica che abbiamo già affrontato in finale. Il Bayern è una squadra molto forte, che ha giocatori di alto livello, ma per vincere la Champions League bisogna battere i migliori, quindi ci prepareremo al meglio per questa sfida. Siamo consapevoli di poter tornare in finale. Abbiamo parlato molto quella sera dopo la sconfitta contro il Bayern. Vogliamo provare a vincere la Champions League, per la città, per il club, per tutti noi".

 LISBON, PORTUGAL - AUGUST 23: Leandro Paredes of Paris Saint-Germain and Serge Gnabry of FC Bayern Munich battle for the ball during the UEFA Champions League Final match between Paris Saint-Germain and Bayern Munich at Estadio do Sport Lisboa e Benfica on August 23, 2020 in Lisbon, Portugal. (Photo by David Ramos/Getty Images)

PROSPETTIVE - Diventare un club vincente anche in Europa aiuterebbe anche in chiave mercato. Si parla di Cristiano Ronaldo, ma Mbappé sembra sul punto di partenza. Neymar deve rinnovare. Paredes ha idee chiare. "Si tratta di giocatori molto importanti, dentro e fuori dal campo. Vorremmo che restassero il più a lungo possibile con noi. Sono certo che il club farà tutto il possibile per trattenerli. E noi continueremo a trarne vantaggio".

Potresti esserti perso