Paraguay, un…cane di vice-allenatore

Accade in Paraguay, nella seconda divisione calcistica: il Club Sportivo 2 de Mayo ha un cane come allenatore in seconda. Indiscutibile, a questo punto, la fedeltà al club.

di Redazione Il Posticipo

Provocazioni. C’è chi, per la propria forza caratteriale e la propria attitudine alle provocazioni, è passato alla storia come un pazzo. Come Caligola, incoronato imperatore romano nel 37 d.C., con la vicenda che lo voleva protagonista di una nomina a senatore del suo cavallo Incitatus. In realtà, molte fonti hanno fatto luce sulla vicenda: il cavallo non è mai entrato in senato ma, secondo Svetonio, l’imperatore non ha vissuto abbastanza per poterlo nominare console. Spostiamoci in avanti con le lancette dell’orologio di quasi duemila anni. Siamo in Paraguay e in una squadra di seconda divisione l’allenatore in seconda è un… cane.

IL CONTRIBUTO – Non è uno scherzo, né una provocazione; quello che è vero è che un cane randagio ha ricevuto del cibo da Carlos Jara Saguier, l’allenatore del club in questione, e da quel momento in poi è rimasto sempre al suo fianco. Probabilmente la bestiola avrà qualcosa da insegnare soprattutto ai centrocampisti difensivi e ai difensori stessi: mordere e ringhiare quando serve. Chissà se interviene nelle rifiniture tattiche prima delle partite…

FEDELE PER DEFINIZIONE – Come riporta il Sun, il cane non meglio battezzato, non si muove dall’area tecnica, resta al fianco di Saguier che racconta che il suo… vice accoglie gli avversari ringhiando. Il tecnico ha raccontato la storia di questo nuovo amico: “una volta gli ho dato un pezzo di empanada e da quel momento, ogni volta che arrivavo al lavoro mi ha fatto le feste. Non se ne è più andato via”. Questo già basterebbe a molti amanti dei cani per affidare un ruolo al peloso, in ogni caso, il vice-allenatore si dà da fare ed è stato immortalato più volte mentre si rotola sul prato durante gli esercizi da terra della squadra.

IL PROBLEMA DELLA CASA – Inutile dire che il piccolo cane è amato da tutti i membri dello staff: ora vive al centro sportivo e a quanto dice l’allenatore del Club Sportivo 2 de Mayo, sembra anche abbastanza risentito del fatto che quando la sera tutti rincasano, lui debba restare lì tutto solo. In ogni caso, tra non molto, con gli stipendi da vice allenatore potrà comprarsi una casa tutta sua. Ops, pardon…una cuccia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy