Para no verte màs: con il ritorno di Luis Enrique tremano in tanti…

Appare evidente che le scelte di Luis Enrique e quelle di Moreno siano dettate da una visione abbastanza differente del calcio: ben tredici giocatori chiamati dall’ex allenatore di Roma e Barça non sono stati chiamati da Moreno. E sette convocati dell’ormai ex CT non sono mai stati presi in considerazione da Luis Enrique… un bel caos.

di Redazione Il Posticipo

Para non verte mas: per non vederti più. Il nuovo cambio alla guida della tecnica della Spagna rischia di creare un bel caos. Appare evidente che le scelte di Luis Enrique e quelle di Moreno siano dettate da una visione abbastanza differente del calcio: ben tredici giocatori chiamati dall’ex allenatore di Roma e Barça non sono stati chiamati da Moreno. E sette convocati dell’ormai ex CT non sono mai stati presi in considerazione da Luis Enrique…

DIFESA – Moreno aveva scelto Kepa per difendere i pali della Roja. Luis Enrique ha puntato sull’esperienza di De Gea. Probabile che riprenda il suo posto. Abbastanza cristallizzate, invece le scelte nel quartetto arretrato. Ramos non si tocca. Carvajal e Jordi Alba dovrebbero essere abbastanza tranquilli. Resta da capire il destino di Albiol e di Navas. Il ritorno di LE è una buona notizia per Marcos Alonso. Meno per Reguilòn.

CENTROCAMPO – Attenzione anche al centrocampo dove “rischia” un italiano. Luis Alberto è stato tenuto in considerazione da Moreno, ma non è mai entrato nelle grazie di Luis Enrique. Il biancoceleste rischia di restare a guardare l’Europeo. L’ex tecnico della Roma e del Barça stravede invece per Isco. Rientrerebbe nel giro della nazionale, secondo le ricostruzioni di AS, anche Koke. Fabiàn Ruiz e Busquets resterebbero intoccabili sino a prova contraria.

ATTACCO – Morata si è ripreso l’Atletico Madrid e anche la Spagna, ma la sua esperienza con Luis Enrique è stata all’insegna della discontinuità. Altrettanto vero che il “Luis Enrique 1.0” è coinciso con un periodo difficile per l’attaccante spagnolo, che comunque farebbe bene a conservare l’attuale stato di forma. Iago Aspas e Suso e Oyarzabal tornerebbero in corsa, a patto di una stagione all’altezza di aspettative e talento. Discorso identico per Diego Costa, che non ha mai convinto nessuno dei due tecnici soprattutto per la tenuta fisica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy