Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Paquetà dice no agli sceicchi: l’ex milanista rifiuta un’offerta faraonica del Newcastle!

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

L’ex milanista si è ricostruito una certa reputazione con il Lione e preferisce rimanere in Francia che andare a St. James’ Park. E dire che avrebbe…10 milioni di ottimi motivi per volare in Premier League!

Redazione Il Posticipo

Chi l'ha detto che i soldi fanno la felicità? Nel mondo del calcio certamente avere un alle spalle una società con fondi illimitati aiuta, ma non è garanzia di successo. Vero, sia il Paris Saint-Germain che il Manchester City hanno riempito le loro bacheche da quando sono diventati di proprietà di fondi sovrani di stati del Golfo Persico, ma a entrambe sfugge ancora la Champions League (anzi, tutte e due l’hanno sfiorata, ma hanno perso la finale). E rischia di andare molto peggio al club che è stato appena acquistato dal fondo PIF, che fa capo al governo dell’Arabia Saudita. Il Newcastle è la squadra con la proprietà più ricca del mondo, ma ha i suoi bei problemi.

PROBLEMI - Quelli in campo sono evidenti, perché nonostante l’esonero di Steve Bruce e l’arrivo in panchina di Eddie Howe, le Magpies non riescono a schiodarsi dal fondo della classifica. Poco male, penserà qualcuno, perché ora arriva gennaio e con i soldi degli sceicchi il Newcastle farà in modo di mettere su una rosa in grado di salvarsi agevolmente. Sì, perché probabilmente andrà proprio così, ma anche…no, perché al momento le proposte indecenti della ricchissima proprietà saudita non sembrano fare breccia nei calciatori nel mirino del club. L’ultimo ad aver rifiutato un contratto faraonico è Lucas Paquetà. Già, proprio l’ex milanista, che si è ricostruito una certa reputazione con il Lione e che, da quanto riporta Footmercato, preferisce rimanere in Francia che andare a St. James’ Park.

10 MILIONI - E dire che di motivi di trasferirsi a Newcastle Paquetá ne avrebbe parecchi. Per la precisione…dieci milioni di euro, quasi uno al mese. Questo lo stipendio che il club bianconero era pronto a offrire al brasiliano per attirarlo in Premier League. La risposta però è stata un secco no, di certo perché a Lione l’ex rossonero si è ritrovato e sta offrendo prestazioni importanti, ma anche perché, soldi a parte, il fascino a livello internazionale del club inglese al momento attuale è ancora scarso. Certo, quando qualche big deciderà di accettare le offerte bianconere, tutto si metterà in moto e pian piano con i soldi degli sceicchi sul fiume Tyne metteranno su una squadra spaventosa stile PSG o City. Ma fino a quel momento, i soldi non faranno comunque la felicità!