calcio

Paquetà, Andrè Silva e gli altri: in Italia incompresi, all’estero al top

Redazione Il Posticipo

MADRID, SPAIN - SEPTEMBER 28:  David Beckham of Real Madrid is held back by team-mate Ivan Helguera and Simone Perrotta and Francesco Totti of Roma during the UEFA Champions League Group B match between Real Madrid and Roma at the Santiago Bernabeu Stadium on September 28, 2004 in Madrid, Spain.  (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

Per giocare in Serie A negli anni 90, serviva essere decisamente sopra la media. Un campionato ricco di campioni e di tatticismi. Ogni calciatore, anche il più fantasioso, doveva rispettare il copione proposto dall'allenatore. I difensori, inevitabilmente, avevano il compito più complicato di tutti: fermare alcuni degli attaccanti più importanti della storia del calcio. Il caso di Ivan Helguera è probabilmente l'esempio più esplicativo che si possa fare. Il difensore spagnolo, in Serie A nella stagione 97-98, ha collezionato con la Roma solamente 9 presenze. Che il campionato italiano sia estremamente complicato, lo dimostra la carriera vissuta poi dallo spagnolo, che passato al Real Madrid, colleziona con i Blancos 346 presenze, vincendo tutto, tra cui due Champions League.

Potresti esserti perso