Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Papu Gomez: “Sto bene a Bergamo, per ora non torno in Argentina, ma sogno i mondiali”

Il simbolo dell'Atalanta in una lunga intervista parla del suo futuro e del sogno di giocare i mondiali in Qatar

Redazione Il Posticipo

Papu Gomez ha concesso una lunga intervista al sito TYC Sport parlando un po' di tutto. I tifosi bergamaschi possono dormire sonni tranquilli. Il 32enne ha un contratto all'Atalanta fino al 2023 e intende rispettarlo.

BERGAMO - Il legame con il territorio ormai è fortissimo. "Sto molto bene con l'Atalanta, la città è bellissima. Sono a Bergamo da sei anni e non so se andrei in un altro Paese per fare qualche esperienza. A volte penso che vorrei concedermi qualche anno, a fine carriera, in un paese dove si parli  l'inglese ma la verità è che non ho proprio idea del mio futuro. Per ora mi vedo qui. non torno indietro".

ARGENTINA -Il calcio argentino non lo affascina. "Forse posso distinguermi tecnicamente in Argentina, ma lì corrono molto e c'è anche parecchio disordine . Gli argentini sono bravi tecnicamente, il problema è che in quel campionato ci sono molte entrate pericolose e così tanta pressione addosso che ti portano anche a giocare male. Il giocatore non ha quella serenità necessaria per esprimersi al meglio".

NAZIONALE - Il discorso cambia per la nazionale. Gomez ha sfiorato la semifinale di Champions. "Mi piacerebbe molto perché penso che in questi anni con l'Atalanta ho dimostrato di poter competere anche a livello internazionale. Ovviamente l'età non gioca a mio favore per il prossimo Mondiale, ma posso dare una mano subito. Non so dove potrei giocare o che ruolo voglia il mister, ma credo che mi adatterei perché negli ultimi quattro anni ho giocato in tutte le posizioni offensive. La squadra è forte, purtroppo è difficile creare un legame da squadra, soprattutto per i singoli. Se ti alleni con i compagni tutti i giorni, ci si capisce a colpo d'occhio, proprio come Leo con Suarez. A  tal proposito, mi spiace molto vedere il Barcellona così. Soprattutto è doloroso vedere Messi così . Qualsiasi argentino vuole che faccia bene, evidentemente a Barcellona Stanno facendo qualcosa di sbagliato".