Paperone Henry: in panchina solo tre mesi e in tasca più di 25 milioni di euro!

Paperone Henry: in panchina solo tre mesi e in tasca più di 25 milioni di euro!

Il tecnico francese potrebbe tornare presto nello staff del Belgio… con un bel gruzzoletto in tasca! I tre mesi alla guida del club del Principato sono stati sufficienti per fruttargli parecchio tra stipendio e indennizzo per il licenziamento.

di Redazione Il Posticipo

Herny, niente male come inizio da allenatore!  Calcisticamente l’esperienza sulla panchina del Monaco è stata tutt’altro che esaltante. Il tecnico francese non è riuscito a risollevare le sorti della squadra ereditata da Leonardo Jardim e il suo incarico è durato solo tre mesi. Precisamente da metà ottobre a metà gennaio, quando in panchina è stato richiamato l’allenatore esonerato. L’ex attaccante dell’Arsenal può piangere per l’occasione mancata… ma il suo portafoglio ride!

TANTI SOLDI – Henry forse non diventerà un grande allenatore, ma Paperone lo è già! Guadagnerà qualcosa come più di 25 milioni di euro per soli tre mesi alla guida del Monaco. Una somma da leccarsi i baffi tra stipendio e indennizzo per il licenziamento. France Football ha pubblicato una lista dei cinque allenatori più pagati al mondo ripresa da As: tra loro c’è anche il francese, pronto a incassare una cifra che vale il gradino più basso del podio. Un bel modo per consolarsi per chi era sbarcato al Monaco con la nomea dell’ex calciatore in cerca di gloria.

ZIDANE MANCATO? – Alla faccia, dunque, della missione incompiuta! Del resto mica tutti nascono Zidane. L’ex attaccante ha guidato la squadra in 20 partite, ottenendo 5 vittorie, 4 pareggi e ben 11 sconfitte di cui alcune durissime: allo Louis II hanno stravinto lo Strasburgo (5-1) e il Psg (4-0) in Ligue 1, ma anche il Bruges (4-0) ai gironi di Champions. Alla base della separazione ci sarebbero stati attriti tra il tecnico e la squadra, ma il c.t. del Belgio Roberto Martínez ha difeso Henry come riportato da As: “Per valutare veramente il suo lavoro, serviva andare oltre il mese di gennaio. Mi è dispiaciuto per come sia finito tutto. Posso dirvi che Thierry ha l’anima dell’allenatore. Sono pronto ad accoglierlo di nuovo nella nazionale belga, ma ha bisogno di tempo per ricominciare”. Qualche soldino lo aiuterà a sentirsi meglio?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy