Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Palomino: “Di Maria fa bene alla serie A, io voglio restare, riprendermi l’Europa e segnare 5-7 gol”

Palomino: “Di Maria fa bene alla serie A, io voglio restare, riprendermi l’Europa e segnare 5-7 gol” - immagine 1
Il centrale si è distinto immediatamente e ha le idee chiare per la prossima stagione.

Redazione Il Posticipo

José Luis Palomino, difensore dell'Atalanta, ha tracciato un primo bilancio del ritiro di Clusone. Il centrale si è distinto immediatamente. Fascia di capitano, gol alla prima uscita. Una buon inizio dopo le amarezze dello scorso finale di stagione, vissuto ai margini.

ELETTO

Atalanta nuovamente al lavoro. E Palomino deve difendere il suo "titolo" di giocatore dell'anno.  "Avrei preferito vincere e che il premio fosse stato assegnato ad un attaccante. In questo momento sta andando bene, credo sia normalissimo sentire la fatica durante la preparazione ma questo lavoro ci tornerà utile in campionato. Siamo contenti anche per la grande vicinanza che ci sta dimostrando il pubblico. Non è una sorpresa, ci sono sempre stati vicini ma fa piacere sentire il loro calore. Sono molto legato all'ambiente e ai tifosi, sono qui da ornai sei anni, ma ho ancora margini di miglioramento. Le giornate in ritiro sono lunghe trascorro il tempo studiando architettura e parlando con la mia famiglia".

PROSPETTIVE

Una Atalanta che deve ritrovare l'Europa. La Dea ha abituato bene in questi anni. "Credo sia ancora presto per porsi obiettivi. Le big si sono tutte rinforzate la Juve ha preso Di Maria che conosco bene. Spero di fermarlo.  Di certo cercheremo di ritrovare la dimensione internazionale ma capiremo solo più avanti lo spessore della squadra. Ho conosciuto Ederson, ha qualità, deve inserirsi nei nostri meccanismi di gioco. Siamo solo alla prima settimana di ritiro non so se ci saranno altri movimenti in entrata e in uscita. L'unica certezza è che il campionato sarà difficile, condizionato dal Mondiale. Spero ancora in una convocazione in nazionale, ma dipende solo da me. Se continuo a giocare così penso di avere qualche possibilità".

CAPITANO

Il ruolo di capitano lo riempie di orgoglio ma è anche una bella responsabilità per chi ha la fama da duro. "Diciamo che in pochi si sono lamentati perché in campo si danno e si prendono. Amo questa squadra e Bergamo, mi ci trovo benissimo. Se sto bene fisicamente e mi si ritiene in grado di aiutare la squadra, mi piacerebbe rimanere. Poi se la società avrà in mente qualcosa si diverso ne parleremo e troveremo insieme la soluzione migliore. Per adesso penso solo a riprendermi l'Europa, averla mancata ha generato nel gruppo una rabbia positiva che ci aiuterà a cercare di raggiungere nuovamente l'obiettivo. E spero anche di arrivare alla mia solita quota di 5 o 7 gol a stagione".