Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Pallone d’Oro, Cannavaro…tradisce Jorginho: “Benzema può vincerlo, non contano mica solo i titoli…”

Pallone d’Oro, Cannavaro…tradisce Jorginho: “Benzema può vincerlo, non contano mica solo i titoli…”

L'ultimo calciatore tricolore a conquistare il prestigioso premio è stato Fabio Cannavaro, capitano dell'Italia che nel 2006 ha vinto il mondiale. Un buon auspicio per Jorginho, che è tra i favoriti. Ma proprio l'ex difensore fa un altro nome...

Redazione Il Posticipo

Dopo anni di assenza nel podio, l'Italia può sognare di vincere di nuovo il Pallone d'Oro. Cinque candidati per gli Azzurri, che hanno vinto l'Europeo e che quindi si sono guadagnati la nomination al premio individuale più importante del mondo. L'ultimo calciatore tricolore a conquistarlo è stato Fabio Cannavaro, capitano dell'Italia che nel 2006 ha vinto il mondiale. Un buon auspicio per Jorginho e Donnarumma, che secondo i bookmaker potrebbero essere tra i grandi favoriti. Eppure proprio l'ex Pallone d'Oro fa un altro nome. Cannavaro ha concesso un'intervista alla trasmissione El Larguero di Cadena SER e ha spiegato che, per quanto fatto, anche Karim Benzema potrebbe meritarsi il premio.

BENZEMA - "Ha le qualità per vincerlo. Il problema è che molte volte la gente pensa che lo si vinca per i titoli portati a casa e non per merito, per quanto mostrato durante tutto l'anno. Quest'anno sarà complicato, perchè ci sono Messi, Lewandoswki e Jorginho, che ha vinto gli Europei e anche la Champions. Benzema ha vinto un titolo con la sua nazionale e ha fatto benissimo con il Real Madrid. Ma negli ultimi dieci anni abbiamo visto che quando la scelta non è stata facile, l'hanno vinto sempre Messi o Cristiano". Insomma, non la disamina migliore per sperare in una vittoria di Jorginho, che si trova in una situazione che hanno già vissuto in molti, come Ribery o Iniesta. Riuscirà l'azzurro a fare il grande salto?

MIJATOVIC - Chissà, ma intanto Cannavaro parla anche di altro. Di Real Madrid, visto che proprio nell'anno del Pallone d'Oro il difensore è diventato un Galactico. Per merito di Mijatovic, all'epoca DS dei Blancos, che lo ha portato al Bernabeu. Un altro che forse il Pallone d'Oro lo meritava. "È stato un calciatore spettacolare, con tantissima qualità. Era un centravanti che ti uccideva. Però a me è piaciuto anche molto come direttore sportivo, ho avuto la fortuna di lavorare con lui al Real e non gli è andata per niente male. Alla fine i ragazzini con cui parlavo io, Sergio Ramos, Marcelo o Pepe, hanno vinto tutto. Con il tempo tutti i giocatori che ha portato lui sono cresciuti tantissimo". Nessuno dei tre però ha in bacheca un Pallone d'Oro. Cannavaro invece sì!