calcio

Özil, troppi videogiochi? Emery non lo sa, ma i medici avvisano: “Possono rovinargli la carriera”

(Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

Il trequartista, fuori nelle ultime partite per i problemi alla schiena, sta preoccupando i Gunners. Mentre Emery cerca di capire le ragioni del lungo stop, gli esperti lanciano l'allarme. Stasera però il tedesco potrebbe tornare in campo...

Redazione Il Posticipo

Problemi alla schiena? Uno dei mali della nostra società. Tutta colpa delle troppe ore spese davanti al computer, diventati indispensabili in quasi tutti i mestieri. A meno che tu non faccia... il calciatore! Ma recentemente questa certezza sembra essere stata ampiamente sfatata: il caso Dembélé ha fatto discutere a Barcellona, ma non è il solo. All'Arsenal infatti sembra tirare anche una brutta aria intorno a Mesut Özil, fuori nelle ultime cinque partite per spasmi alla schiena. L'ultima gara disputata dal tedesco è stata Arsenal-Wolves dello scorso 11 novembre, finita 1-1. Mentre Emery sta cercando di capire le ragioni del suo lungo stop, arriva anche il parere preoccupato degli esperti...

"NON LO SO" - Tra festini al gas esilarante e infortuni da videogioco, la vita di Emery all'Arsenal sembra piuttosto movimentata. Secondo quanto riportato dal Mirror, il tecnico spagnolo però non è certo che i problemi fisici accusati dal tedesco siano dovuti alla dipendenza da Fortnite, il gioco più giocato del 2018. "Non so se i dolori di Özil siano tutta colpa dei videogiochi, ma è stato convocato nella lista dei 18 per la partita col Qarabag in Europa League. Decideremo se farlo giocare dall'inizio o a partita in corso". Nei giorni scorsi sono girate anche le cifre relative al numero di ore spese forse dal tedesco di fronte allo schermo: secondo quanto riportato dal The Express, il trentenne avrebbe giocato poco più di 5200 partite, ciascuna dalla durata media di 20 minuti. Ciò equivale a circa 1750 ore di gioco, 72 giorni in totale, in pratica una media di 5 ore al giorno.

MESUT RISCHIA - Secondo gli esperti l'ex campione del mondo starebbe mettendo a rischio la sua carriera. A lanciare l'allarme ci ha pensato il medico Ingo Frobose, professore per la prevenzione e la riabilitazione presso l'Università sportiva tedesca di Colonia, come riportato dalla Bild: "Aver giocato troppo a Fortnite può essere la causa dei problemi alla schiena di Özil. Un atleta professionista sente le conseguenze delle ore di inattività molto più velocemente di un non atleta. Il fisico di un giocatore è continuamente sollecitato per gli intensi allenamenti. Uno che non fa sport non si accorge se sta fermo a lungo invece". Da stasera però il tedesco potrebbe tornare a correre sul prato dell'Emirates, una cosa che non è da tutti: Özil ci rifletta prima di buttarsi via.