Özil, lettera aperta ai tifosi: “Lasciato fuori dalla rosa della squadra che amo, il mio impegno non cambia”

Özil è in rotta con la nazionale, con lo sponsor, con il club e con una bella fetta di tifoseria. Ora scrive una lettera aperta ai tifosi.

di Redazione Il Posticipo

Non è facile tenersi il posto in squadra. Specie se in questa squadra, i giocatori di livello sono tanti. Ancora peggio, se qualche proprio atteggiamento è risultato impopolare agli occhi di tutti. Ma proprio tutti. È il caso di Mezut Özil, in rotta con la nazionale (che ha abbandonato dopo il mondiale), con lo sponsor, con il club e con una bella fetta di tifosi. Non essendo stato inserito nella lista della Premier League, non può neanche più giocare e non lo accetta, ma ora ha deciso di far sentire la propria versione. Così, a mezzo Instagram, scrive una lettera aperta ai tifosi.

IL CLUB CHE AMO –Questo è un messaggio difficile da scrivere ai tifosi dell’Arsenal per i quali ho giocato negli ultimi anni. Sono davvero, profondamente, deluso dal fatto di non essere stato incluso nella lista per la Premier League per ora. Alla firma del contratto nel 2018, ho votato la mia lealtà e alleanza al club che amo, l’Arsenal e mi rattrista che la cosa non sia stata reciproca. Come ho appena scoperto, la lealtà è rara oggigiorno. Ho sempre provato a restare positivo di settimana in settimana sulla possibilità di rientrare in squadra presto. Ecco perché sono rimasto in silenzio finora. Prima dello stop per il coronavirus ero davvero felice col nuovo allenatore, Mikel Arteta; eravamo in buoni rapporti e direi che le mie prestazioni erano a un buon livello“. Insomma, c’era la possibilità di risolvere tutto. Eppure..

DI NUOVO –Ma poi le cose sono cambiate, di nuovo, e non mi era più permesso giocare a calcio per l’Arsenal. Che altro posso dire? A Londra mi sento ancora a casa, ho ancora molti buoni amici in questa squadra e sento ancora un buon legame con i tifosi. Non importa come, continuerò a lottare per le opportunità e non lascerò che la mia ottava stagione all’Arsenal termini così. Posso promettervi che questa decisione difficile non cambierà nulla nel mio assetto mentale: continuerò ad allenarmi al meglio e ogni volta che potrebbe userò la mia voce contro ciò che è disumano e ingiusto“. Va detto che non proprio tutti i tifosi sono affezionatissimi al trequartista. Ora, però, hanno finalmente la versione completa del giocatore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy