Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Özil col nuovo look sembra…Megan Rapinoe? Aubameyang non ha dubbi: “Ora so come gli Usa hanno vinto il Mondiale!”

Il tedesco ha sfoggiato il suo nuovo look alla presentazione della seconda maglia dell'Arsenal senza passare inosservato. Pierre Emerick Aubameyang ha trovato una somiglianza preziosa per capire quale è il segreto degli Usa vincitori del Mondiale...

Redazione Il Posticipo

Mesut Özil sa che cosa significa vincere un Mondiale: il trequartista era in campo il 13 luglio 2014, quando la Germania ha battuto l'Argentina laurendosi campione del mondo a Brasile 2014. Cinque anni dopo Özil ci ha rimesso lo zampino e ha conquistato la seconda Coppa del Mondo nella sua carriera? Pierre Emerick Aubameyang pensa che il suo compagno di squadra possa esserci davvero riuscito... dopo aver visto il suo nuovo look da vincente!

SECONDA MAGLIA - L'Arsenal ha presentato la maglia da trasferta prodotta dall'Adidas. Uno dei protagonisti del servizio fotografico realizzato per promuovere la nuova divisa è stato proprio Özil, che si è mostrato con un look nuovo di zecca, facendo sorridere parecchio alcuni suoi compagni. Aubameyang ha preso il telefono in mano e ha detto la sua con l'umorismo che lo contraddistingue, "regalando" al suo compagno un'altra Coppa del Mondo.

USA FEMMINILE - L'attaccante gabonese ha trovato una certa somiglianza tra Özil e Megan Rapinoe, la miglior calciatrice della Coppa del Mondo 2019 vinta proprio dagli Stati Uniti in finale contro l'Olanda. Aubameyang ha realizzato un fotomontaggio e lo ha caricato sul profilo Instagram: "Adesso so come hanno fatto a vincere... Il miglior taglio di capelli che tu abbia mai avuto". Adesso Özil può vantarsi per aver conquistato due Mondiali in carriera?

SCOMMESSA - In realtà, come riporta Sportbible, il colore di capelli del tedesco è il risultato di una scommessa persa contro Lacazette. Ma ciò non toglie che all'Arsenal tutti quanti si sono fatti delle sane risate grazie al paragone creato da Aubameyang. Segnale che Özil è ancora benvoluto? Probabilmente sì, ma manca il parere più importante: quello di Emery. Finchè a un cambio di look non corrisponde un cambio di atteggiamento...difficile che il numero 10 possa ritrovare il posto!