Owen mette in guardia chi compra dallo United: “Fa regredire i grandi giocatori, Sanchez era il migliore della Premier e poi…”

Owen mette in guardia chi compra dallo United: “Fa regredire i grandi giocatori, Sanchez era il migliore della Premier e poi…”

L’ex attaccante inglese ha indossato la maglia dei Red Devils, nonostante questo non è stato tenero nei confronti della sua ex squadra. Secondo Michael Owen comprare qualcuno dal Manchester United in questo momento è davvero molto rischioso…

di Redazione Il Posticipo

Un tempo chi arrivava al Manchester United spiccava il volo e vinceva quasi subito agli ordini di Sir Alex Ferguson. Oggi i Red Devils invece fanno tanta fatica e anziché dare una mano ai nuovi arrivati… gli fanno fare molti passi indietro! Michael Owen ha spiegato questa sua teoria tirando in ballo alcuni esempi concreti e piuttosto recenti: uno su tutti quello di Alexis Sanchez, regredito e passato all’Inter la scorsa estate senza essere riuscito a fare la differenza.

PASSI INDIETRO – Regressioni improvvise e processi di crescita interrotti: indossare la maglia del Manchester United oggi non più sempre un piacere. Owen ha giocato coi Red Devils tra 2009 e 2012 quando la sua stella era già cadente, ma sa che cosa significa scendere in campo all’Old Trafford. Lo United ha continuato a spendere tanto nelle ultime finestre di mercato senza ottenere i risultati sperati. La scorsa estate Romelu Lukaku e Alexis Sanchez sono partiti destinazione Inter: il primo è riuscito a imporsi, il secondo invece è stato condizionato dagli infortuni.

REGRESSIONE – Il cileno è stato solo uno degli acquisti andati male in casa United: secondo Owen, i flop di mercato sono assai frequenti dalle parti di Old Trafford. L’ex attaccante ha parlato ai microfoni di Premier League Productions: “I giocatori che arrivano lì regrediscono, penso che questo sia l’aspetto più preoccupante. Sanchez è stato il miglior giocatore della Premier per 2-3 stagioni. Come è possibile passare da quel livello a questo? Non trovo giocatori presi dallo United negli 6-7 anni che siano migliorati, o restano uguali oppure regrediscono”.

NON SOLO ALEXIS – Owen ha fatto anche il nome di Angel Di Maria, arrivato all’Old Trafford nell’estate 2014 dopo aver vinto la Champions col Real Madrid di Carlo Ancelotti: l’argentino però è rimasto in Inghilterra solo per una stagione, poi è passato al Psg. Owen pensa che lo United abbia grossi problemi: “Di Maria e altri top player sono andati male e si sono rivelati acquisti sbagliati. Qualcosa non va nel club e penso che si debba scoprire di che cosa si tratta prima spendere altri 100 milioni di euro. Oggi avrei paura di sprecare altri soldi se fossi nei panni dello United”. Parole dure dette per scuotere un ambiente in cui l’aria è cambiata in negativo dopo l’addio di Sir Alex.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy