Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ottobre, il mese maledetto dello United e Solskjaer: tre sconfitte storiche, due subite dal norvegese

Ottobre, il mese maledetto dello United e Solskjaer:  tre sconfitte storiche, due subite dal norvegese

La manita con il Liverpool completa un trittico di umiliazioni indimenticabili all'Old Trafford.

Redazione Il Posticipo

Ottobre, un mese decisamente da cancellare per il Manchester United. Specialmente in casa. La manita con il Liverpool completa un trittico di umiliazioni indimenticabili all'Old Trafford. I tifosi hanno iniziato ad abbandonare lo stadio ben prima del fischio finale, risparmiandosi un finale che è stato solo una lunga attesa verso la terza peggiore sconfitta interna della storia, maturata anch'essa a ottobre.

STORICA - La sconfitta contro il Liverpool è di proporzioni bibliche. Al di là del punteggio finale, lo United si scopre nettamente inferiore ai reds, nonostante una massiccia campagna di rafforzamento che doveva, almeno in teoria, portare lo United a essere competitivo per la vittoria finale in campionato. Invece le stelle stanno a guardare. Ronaldo è graziato dopo aver perso la testa scalciando pallone e avversario. Pogba invece non riesce a evitare il rosso. E Solskjaer la seconda figuraccia storica da quando è alla guida dello United.

DERBY - La prima sconfitta storica nel mese di ottobre risale all'ottobre di 10 anni fa quando il City di Mancini rende visita all'Old Trafford. L'attuale ct azzurro festeggia le 100 panchine con i citizens in modo indimenticabile. Balotelli apre le marcature dopo 20' di gioco e anche in quel caso è un rosso a condizionare la gara. Lo prende Evans e il match cambia totalmente volto. Ancora Supermario in gol, poi Aguero, Silva e una doppietta di Dzeko travolge lo United. La vittoria nel Derby di Manchester è stata la peggiore sconfitta dello United nell'era della Premier League.

TOTTENHAM -  La seconda notte da incubo in ottobre arriva piuttosto presto e c'è già Solskjaer in panchina. Questa volta è Mourinho, che torna da avversario all'Old Trafford dopo l'esonero che ha consegnato la guida dei Red Devils proprio al tecnico norvegese, a prendersi un rivincita clamorosa. La prima rete, paradossalmente, è dello United, ma il primo tempo si chiude con gli spurs in vantaggio per 4-1 complice, anche questa volta, un rosso. Espulso Martial al 28' e i padroni di casa pagano carissimo l'inferiorità numerica. Tottenham nel pieno controllo della partita e punteggio tennistico. Altro 1-6. Quattro gol equamente divisi per Son Heung-Min e Harry Kane. Completano il tabellino Ndombelé e Aurier.