Osvaldo torna in campo per…aiutare il Boca: il tecnico Falcioni spiega “se battiamo il River, mi fumo un sigaro con lui…”

Osvaldo torna in campo per…aiutare il Boca: il tecnico Falcioni spiega “se battiamo il River, mi fumo un sigaro con lui…”

Poco importa che debba ancora mettere di nuovo piede in campo, l’ex attaccante della nazionale continua a far parlare di sè dopo il suo ritorno al calcio. E nella partita che può rappresentare il suo secondo debutto ha un compito non di poco conto: aiutare il Boca. Con la benedizione del tecnico.

di Redazione Il Posticipo

Sempre il solito Osvaldo. Poco importa che debba ancora mettere di nuovo piede in campo ufficialmente per un infortunio, l’ex attaccante di Bologna, Fiorentina, Roma, Juventus e Inter continua a far parlare di sè dopo il suo ritorno al calcio. Ad affidarsi a lui è stato il Banfield, che lo ha convinto a riallacciarsi gli scarpini dopo tre anni di inattività. Il pallone lo aveva stancato e l’ex centravanti della nazionale italiana aveva preferito dedicarsi alla musica. Ora però torna più determinato che mai, anche considerando che nella partita che può rappresentare il suo secondo debutto ha un compito non di poco conto: aiutare il Boca.

DEBUTTO – Già, perchè il Banfield si trova di fronte il River Plate di Gallardo, primo in Superliga con tre punti di vantaggio sul Boca Juniors quando mancano appena quattro partite alla fine del campionato. E, come ha spiegato a TNT Sports, il centravanti potrebbe scendere in campo con una missione… “Mi piacerebbe dare una mano al mio Boca domenica. Il River è avanti in classifica ed è difficile che possa perdere punti, ma vediamo se possiamo rubargliene almeno uno per aiutare il Boca. Non firmo mai per un pareggio e preferisco sempre provare a vincere, ma se alla fine della partita avremo pareggiato, quel punto varrà più di uno, almeno per la classifica dei nostri avversari”.

SIGARO – Idee chiare dunque per Osvaldo. Anche se nelle sue parole pare che conti più aiutare il Boca che far andare bene il Banfield. Ma l’ex azzurro può stare tranquillo, considerando che nello spogliatoio ha un alleato d’eccezione. Il tecnico Falcioni la pensa esattamente come lui, avendo allenato il Boca una decina di anni fa. Anzi, l’allenatore fa una promessa al riguardo. “Osvaldo sarà tra i convocati. Sta bene e ha voglia di scendere in campo. E sicuramente se battiamo il River mi fumo un sigaro con lui dentro lo spogliatoio. Eh già, ho sette o otto giocatori che fumano…”. Solitamente, un problema. Ma per dare un dispiacere al River, vale tutto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy