Oscar pensa a tornare in Europa e strizza l’occhio alla Serie A: “La vedevo da piccolo, ci sono squadre che mi piacciono come l’Inter o il Milan…”

Oscar pensa a tornare in Europa e strizza l’occhio alla Serie A: “La vedevo da piccolo, ci sono squadre che mi piacciono come l’Inter o il Milan…”

Oscar, il calciatore brasiliano che ha fatto scalpore con il suo trasferimento, ancora giovanissimo, dal Chelsea allo Shanghai SIPG, parla del suo futuro. E se due ex compagni lo chiamano per proporgli di andare all’Arsenal, lui ha altre idee. E non esclude di tentare l’avventura in Italia…

di Redazione Il Posticipo

“Tutti i calciatori che accettano di andare a giocare in Cina lo fanno per guadagnare tanto e aiutare la propria famiglia. Mi criticano per la mia scelta, ma io non voglio fare come quei calciatori che vivono di ricordi, voglio solo non essere povero quando sarò vecchio”. Parole di Oscar, il calciatore brasiliano che ha fatto scalpore con il suo trasferimento, ancora giovanissimo, dal Chelsea allo Shanghai SIPG. Era l’epoca in cui il campionato cinese, che ad AS il verdeoro ha definito “in crescita”, poteva offrire ingaggi faraonici agli stranieri che decidevano di provare l’ebbrezza del pallone nella terra del dragone.

PREMIER… – Ora però l’Europa torna a chiamare e lo fa attraverso due ex compagni di squadra a Stamford Bridge: Willian e David Luiz, che però si sono…trasferiti da un’altra parte di Londra. I due brasiliani sono all’Arsenal e, come ha confermato lo stesso Oscar a Fox Sports Brasile, cercano di riportarlo in Inghilterra. “Mi hanno chiamato, a volte parliamo e mi hanno detto di andare all’Arsenal. Ma per me è complicato, ho un contratto con lo Shanghai e voglio rispettarlo. Comunque, se dovessi tornare in Premier League il primo club che mi viene in mente è ovviamente il Chelsea, la mia storia con i Blues è stata bellissima”.

O ITALIA? – Ma non solo Premier. Oscar ammette che c’è un altro campionato che lo ispira parecchio… “Quando ero bambino guardavo tantissimo la Serie A, perchè c’erano tantissimi brasiliani. E quindi ci sono squadre italiane che mi piacciono molto, come l’Inter o il Milan. Di conseguenza, se tornerò in Europa, farò anche un pensierino alla Serie A”. Certo, il verdeoro dovrebbe trovare qualcuno in grado di pagare il suo pesantissimo ingaggio, oppure diminuire di parecchio le sue pretese economiche. Il suo ritorno nel Vecchio Continente, però, può essere interessante. Molti di quelli che hanno provato l’esperienza cinese, come Witsel, hanno poi saputo reinventarsi. E il talento all’ex Chelsea non è mai mancato…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy