Oliver, da arbitro a…velocista: tiene testa a Salah e Manè in contropiede!

Salah e Manè, imprendibili…o quasi. Sugli sviluppi del contropiede che ha portato il secondo gol del Liverpool contro il Crystal Palace, il velocissimo duo ha messo il turbo. Ma qualcuno è riuscito a stargli dietro. Ed è davvero un insospettabile.

di Redazione Il Posticipo

Salah e Manè, imprendibili…o quasi. I due attaccanti a disposizione di Klopp sono davvero letali in ripartenza, come ha confermato l’ultimo match dei Reds in Premier League. Al minuto 92, sugli sviluppi di un corner per il Crystal Palace, che stava tentando di pareggiare la partita, il velocissimo duo degli ospiti ha messo il turbo. Neanche a dirlo, in capo a una decina di secondi il pallone era nella rete dei padroni di casa, per lo 0-2 finale segnato da Manè. Logico che a fine partita nessun difensore abbia potuto tener testa alle due frecce del Liverpool. Ma qualcuno, in realtà ce l’ha fatta. Ed è davvero un insospettabile.

IN FORMA – Michael Oliver è certamente celebre come arbitro, se non altro per l’ormai storico calcio di rigore assegnato contro la Juventus al Bernabeu, nei quarti di finale della scorsa Champions League. Ma valutazioni su quell’episodio a parte, ci sono ottimi motivi per cui il fischietto inglese è considerato uno dei migliori del suo paese e, potenzialmente, d’Europa. Uno dei quali è l’attenzione alla forma fisica. In un campionato come la Premier League, fatto di partite intense e con pochi momenti di calma, gli arbitri devono necessariamente lavorare parecchio sulla resistenza e sulla velocità. E dalle immagini del contropiede del Liverpool, appare evidente che Oliver (a differenza di molti colleghi, redarguiti per una scarsa atleticità) ha decisamente fatto i compiti a casa.

VELOCISTA – Un’impresa davvero degna di nota, perchè se è già complicato per un fischietto star dietro a un contropiede dopo 90 minuti abbondanti di corsa, figurarsi se a partire verso la porta sono due saette come Salah e Manè. E invece l’arbitro parte qualche metro indietro rispetto all’egiziano e al senegalese ma, seppur con uno sforzo sovrumano, riesce comunque a seguire da vicino il contrattacco del Liverpool, permettendosi anche una meritatissima frenata quando ormai…il campo è praticamente finito. Sui social network, al netto delle critiche per un rigore non proprio solare fischiato nel primo tempo per fallo su Salah, molti si sono congratulati con Oliver per l’impegno e per le capacità atletiche dimostrate. Mentre i tifosi juventini sintonizzati sul match, memori del fattaccio di Madrid, non potendo certo criticare…il gesto tecnico, avranno pensato che forse l’arbitro velocista…in fondo abbia sbagliato mestiere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy