Offerta faraonica per Ozil, l’Al Nassr vuole portarlo nel Golfo Persico: “Sarà il nuovo principe d’Arabia Saudita”

Offerta faraonica per Ozil, l’Al Nassr vuole portarlo nel Golfo Persico: “Sarà il nuovo principe d’Arabia Saudita”

Mesut Ozi vive davvero un momento complicato: fuori rosa all’Arsenal, nonostante uno stipendio pesantissimo. Eppure, il tedesco qualche ammiratore ce l’ha. Qualcuno che, tra le altre cose, sembra intenzionato a offrirgli un contratto abbastanza simile a quello che gli garantiscono i Gunners…

di Redazione Il Posticipo

Ventitrè partite, un gol, tre assist, per un totale di 1800 minuti giocati. Numeri che forse vanno bene per un calciatore qualsiasi, ma non certo per un campione del mondo, nonchè il giocatore più pagato di una rosa. E Mesut Ozil, all’Arsenal, prende parecchi soldi: diciotto milioni di sterline, venti di euro, fino al giugno del 2021. Nei piani dei Gunners, però, il tedesco è quasi di troppo. Arteta ha cercato di recuperarlo, ma poi sono arrivati i guai alla schiena che lo stanno lasciando fuori dal rush finale della Premier League. Aggiungendoci l’addio con Adidas, che ha deciso di non proseguire la sponsorizzazione personale, un momentaccio per Ozil.

ARABIA SAUDITA – Eppure, il tedesco qualche ammiratore ce l’ha. Qualcuno che, tra le altre cose, sembra intenzionato a offrirgli un contratto abbastanza simile a quello, faraonico, che gli garantisce l’Arsenal. Come spiega Fanatik, la via di fuga per Ozil dalla sua prigione dorata londinese si chiama Al Nassr. La testata turca racconta che il club dell’Arabia Saudita è pronto a fare ponti d’oro al numero 10 dei Gunners nel caso decidesse di trasferirsi nel Golfo Persico. Venti milioni di dollari, che al cambio fanno quasi sedici milioni di euro. Non male, per un calciatore che comunque a ottobre compirà 32 anni e che non è protagonista ormai da un bel po’.

PRINCIPE – Ora la mossa spetta all’Arsenal. Che deve decidere se lasciare subito andare Ozil, regalandogli il cartellino, o cercare di monetizzare. L’Al Nassr, spiegano dalla Turchia, non avrebbe comunque problemi ad aspettare. Il risultato, in ogni caso, sarebbe lo stesso: il tedesco a parametro zero, ora o nel prossimo giugno, e tutta la spesa per il pesantissimo stipendio. Del resto, l’obiettivo è ben chiaro: trasformare Ozil nel “principe dell’Arabia Saudita, costi quel che costi”. Costerà parecchio, evidentemente, ma un’offerta del genere potrebbe mettere d’accordo tutti. L’Arsenal si sgraverebbe da un contratto molto oneroso con quasi 12 mesi di anticipo. Il calciatore tornerebbe a giocare e non ci perderebbe troppo, economicamente parlando. E i sauditi avrebbero il loro Principe. Se son rose…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy