Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Occhio al Real: quando straperde con il Barcellona… vince la Champions

LISBON, PORTUGAL - MAY 24:  Head Coach, Carlo Ancelotti of Real Madrid celebrates with the Champions League trophy during the UEFA Champions League Final between Real Madrid and Atletico de Madrid at Estadio da Luz on May 24, 2014 in Lisbon, Portugal.  (Photo by Alex Livesey/Getty Images)

Con una pausa così lunga che amplificherà il rumore e renderà ancora più lunga la eco della sconfitta maturata, è lecito trovare qualsiasi appiglio per innalzare il morale della truppa.

Redazione Il Posticipo

Lo 0-4 subito nel Clasico ha inevitabilmente lasciato il segno alla Casa Blanca, scuotendone le fondamenta che restano tuttavia ben solide, nonostante la moda "xavista" catalana abbia spinto i tifosi verso lo "Xabismo" Alonsiano. Ancelotti ha di che consolarsi. I numeri sono dalla sua parte in campionato e la... statistica lo premia in Champions. Quando il Barcellona ha stravinto al Bernabeu, infatti, il Real di è portato a casa la Coppa.

INCONFUTABILE - Il dato è sinora inconfutabile. E lo stesso Ancelotti, per certi versi, ne è stato già testimone. Nell'anno della Decima, nel 2013/2014, il Barcellona vince per 3-4 al Bernabeu. Non umiliante, ma comunque una goleada. E anche le figuracce sono state comunque assorbite egregiamente. Nel 2015/2016 è arrivato un altro 0-4, all'undicesima giornata di campionato. Risultato reso sopportabile dalla vittoria in Champions. Altra sconfitta, altra vittoria nell'Europa che conta. Nella dodicesima giornata del 2016/2017 è arrivata una sconfitta casalinga per 2-3, ma a fine anno Zidane solleva la coppa al cielo di Cardiff. Non va meglio, in Spagna, nel 2017/2018 quando i catalani passeggiano per 3-0 al Bernabeu. In compenso arriva la terza Champions consecutiva nella notte di Kiev.

 BARCELONA, SPAIN - OCTOBER 03: Carlo Ancelotti, Head Coach of Real Madrid looks on prior to the La Liga Santander match between RCD Espanyol and Real Madrid CF at RCDE Stadium on October 03, 2021 in Barcelona, Spain. (Photo by David Ramos/Getty Images)

CHAMPIONS - Quasi quasi, dunque, il Barcellona ha fatto un favore agli eterni rivali. Questo è almeno quello che potrebbero pensare a Madrid. Del resto, con una pausa così lunga che amplificherà il rumore e renderà ancora più lunga la eco della sconfitta maturata, è lecito trovare qualsiasi appiglio per innalzare il morale della truppa. Resta da capire cosa ne pensi, al riguardo, il Chelsea, prossimo avversario della Casa Blanca nei quarti di finale nonché ultima squadra ad eliminare dalla Champions il Real Madrid nella doppia semifinale dello scorso anno. Al netto dei numeri, alla Casa Blanca stanno comunque cercando di rimettere insieme i cocci. Secondo quanto riportato da AS, la dirigenza si sta interrogando, più che sul futuro di Ancelotti, su quale sia il vero volto del Real Madrid. Quello capace di reagire, colpire e affondare il PSG o la squadra incapace di proporre gioco al Parco dei Principi o in casa con il Barcellona. aff