calcio

Nuovo Cinema Maradona: tra sogni infranti e… pugni al vento!

In Messico sfuma il sogno dei Dorados allenati dall'argentino: l'Atletico San Luis stravince la finale di ritorno e conquista la promozione nella massima serie. L'argentino, sfottuto dagli avversari, però non resta... con le mani in mano!

Redazione Il Posticipo

Il rispetto prima di tutto. Diego Armando Maradona ne ha sempre fatto una questione di principio: se lo provochi, o peggio ancora se lo calpesti, lui non resta a guardare... Eccessivo? Forse, ma fedele a se stesso fino alla morte. L'ultimo capitolo della saga è andato in scena in Messico, nel Paese in cui Maradona ha sentito forte il richiamo dell'erba ed è tornato allenatore. "Non sono qui in vacanza" aveva detto al suo arrivo sulla panchina dei Dorados, squadra che milita nel campionato di seconda divisione e che ha deciso di puntare sull'ex c.t. dell'Argentina per rivitalizzarsi e sognare la promozione in A. La vittoria della finale d'andata con l'Atletico de San Luis aveva infiammato la città di Culiacan, ma tutto è sfumato sul più bello e a Maradona è diventato subito... pugile!

FINALE AMARO -  Eppure i Dorados avevano chiuso alla grande i primi 90' della doppia sfida per 1-0, trascinati da Edson Rivera bravo a sforbiciare in rete dopo la spizzata di testa di un compagno su calcio piazzato. Una gioia incontenibile strozzata dall'espulsione rimediata da Maradona, allontanato dalla panchina per aver fatto la voce grossa nei confronti dell'arbitro e dell'allenatore dell'Atletico de San Luis. Un piccolo grande show firmato El Pibe, incapace di contenere la sua rabbia come spesso gli succede e spedito fuori dal campo. Un'assenza che ha condizionato la gara di ritorno, che l'argentino ha seguito dalla tribuna. Una tegola per i suoi Dorados, che sono usciti con le ossa rotte dallo stadio Alfonso Lastras...

PUGNI AL VENTO - Ai Maradona Boys non è bastato andare in vantaggio 2-1 a inizio ripresa. I padroni di casa hanno ribaltato il risultato col 3-2 al novantesimo. Tutto si è deciso ai tempi supplementari, dove ha fatto la differenza il Leandro Torres. Atletico de San Luis in Paradiso e Dorados all'Inferno... Nel postpartita Maradona preso di mira dai tifosi avversari ha letteralmente perso le staffe: ai cori offensivi il tecnico squalificato ha risposto con un pugno al... vento! Gli agenti della sicurezza hanno sudato sette camicie per sedare l'ira dell'argentino, che avrebbe voluto farsi giustizia da solo dopo gli insulti ricevuti. Insomma, l'ennesima maradonata questa volta in salsa messicana. E adesso i fan del Pibe si chiedono: dove verrà girato il prossimo film?