Nuno Gomes: “C’era chi si aspettava che Cristiano non avrebbe avuto successo alla Juventus, ma…”

A Lisbona Cristiano Ronaldo è stato il grande assente. Ma questo non fa certo sì che i suoi connazionali giudichino in maniera negativa la stagione di CR7 alla Juventus. A parlare è Nuno Gomes, ex centravanti del Portogallo, che spiega che secondo lui le due stagioni in bianconero di Ronaldo non sono certo negative.

di Redazione Il Posticipo

Lisbona ha ospitato la Final Eight di Champions League, in cui le stelle del calcio europeo si sono date battaglia con una formula mai vista per stabilire la miglior squadra del continente. Ma è innegabile che da quelle parti…mancasse qualcuno. Cristiano Ronaldo sarebbe stato assoluto protagonista, calcando di nuovo i campi che sono stati la sua casa in gioventù e che lo sono tutt’ora quando indossa la maglia della nazionale. L’eliminazione della Juventus agli ottavi per mano del Lione ha fatto sì che il portoghese non potesse provare a vincere di nuovo la coppa a casa sua, come già avvenuto ai tempi del Real Madrid.

CRISTIANO – Ma questo non fa certo sì che i suoi connazionali giudichino in maniera negativa la stagione di CR7 alla Juventus. A parlare è Nuno Gomes, ex centravanti del Portogallo con una significativa esperienza in Serie A alla Fiorentina. Il lusitano spiega a Stats Perform News che, come sempre, Cristiano si sta divertendo a smentire tutti quelli che immaginavano che il trasferimento in Italia fosse il preludio a un calo delle sue prestazioni. “Dopo un cambiamento così grande c’era chi si aspettava che Ronaldo non avrebbe avuto successo al di fuori del Real Madrid, ma lui ha dimostrato in termini di record e di statistiche in queste due stagioni alla Juventus di essere ancora in grandissima forma”.

NON ABBASTANZA – Per Nuno Gomes, ancora oggi non ce n’è per nessuno. “Cristiano segna tantissimi gol, gioca tutte le partite ed è a questi livelli nonostante la sua età. È il migliore”. Con buona pace di chi invece vede nella mancata vittoria della Champions League un neo. Anche se il portoghese spiega che a livello di squadra dalla Juventus ci si aspetta di più. “Direi che il trasferimento di Cristiano in Italia sia stato un successo, considerando che ha vinto due volte il campionato. Ma non è abbastanza per la Juventus, vincere la Serie A non basta da quelle parti”. Un motivo in più per continuare assieme e puntare a un’altra impresa da scrivere nei libri di storia del calcio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy