Novanta minuti…per sapere se si può andare allo stadio: l’ultima idea dall’Inghilterra è il tampone rapido per il Covid-19 prepartita…

Novanta minuti, la durata di una partita. Ma anche…il tempo per capire se a vedere il match ci si potrà andare oppure no. In tempi di coronavirus, in Inghilterra le stanno pensando davvero tutte per riportare i tifosi allo stadio senza far rischiare contagi.

di Redazione Il Posticipo

Novanta minuti, la durata di una partita. Ma anche…il tempo per capire se a vedere il match ci si potrà andare oppure no. In tempi di coronavirus, in Inghilterra le stanno pensando davvero tutte per riportare i tifosi allo stadio senza far rischiare contagi. E dopo la proposta del tunnel per sanificare prima dei tornelli e quella di togliere il divieto che da 35 anni impedisce di bere sugli spalti, arriva quella del tampone express prima dell’incontro. Un controllo, risultati in un’ora e mezza ed eventualmente via libera per andarsi a godere la partita della propria squadra del cuore. Quasi fantascienza, ma…

TAMPONE RAPIDO – Il Daily Mail spiega che l’annuncio da parte del Ministero della Salute britannico della creazione di un test rapido per stabilire la positività al Covid-19 ha fatto brillare gli occhi ai dirigenti delle squadre di Premier League. Del resto il governo ha spiegato che a partire da ottobre i tifosi dovrebbero poter tornare sugli spalti, ma il condizionale è decisamente d’obbligo, visto che il Regno Unito è nel bel mezzo di una serie di focolaio che hanno obbligato addirittura a imporre di nuovo il lockdown (seppure relativo) in alcune zone del nord-ovest dell’Inghilterra. I problemi, dunque, non mancano, ma si immaginano soluzioni, per quanto particolari.

RITORNO – I club, dal canto loro, sono assolutamente favorevoli al ritorno dei tifosi, anche se con capienze degli impianti ridotte, negli stadi. Comprensibile, visto che alla fine le presenze, tra biglietti, merchandising e attività collaterali, portano parecchi soldi. Ma le società spiegano anche che gli stadi aperti dovrebbero portare benefici economici a più largo impatto durante un periodo di crisi particolarmente pesante per parecchie aziende. Ma restano da superare i dubbi del governo e delle forze dell’ordine, che temono ogni tipo di assembramento e vorrebbero evitare di dover affrontare altri problemi. Chissà che il tampone lampo non sia la soluzione…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy