Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Arshavin e quella notte tra night club, fuga a cavallo… e polizia

(Photo by Stuart MacFarlane/Arsenal FC via Getty Images)

Ha segnato tanto, ha trascinato la sua nazionale, ma poi è sparito. L'ex attaccante dell'Arsenal torna a far parlare di sé dopo una notte brava, un pomeriggio insolito.

Redazione Il Posticipo

Andrej Arshavin, ex attaccante dell'Arsenal torna a far parlare di sé. Dopo una notte brava, un pomeriggio insolito. L'ex calciatore, suo malgrado, è tornato prepotentemente di moda dopo il doppio sorteggio di Nyon. Eppure non è la prima volta che il calciatore russo riesce a finire sulle prime pagine internazionali. Anche se nel 2018 è balzato agli onori della cronaca locale più che sportiva. In quella occasione è stato protagonista di una storia al limite... della follia.

ORE PICCOLE -  La vicenda risale a circa tre anni fa. Era una serata del dicembre del 2018 quando, secondo quanto riportato dal Sun, il russo si è reso protagonista di una notte da "leone".  Un trattato, una pietra miliare su come vivere una serata goliardica che è meglio non emulare né ripetere.  Secondo le ricostruzioni, il calciatore usciva nelle prime ore del mattino dal Maximus, uno dei nightclub più noti di San Pietroburgo. Ovviamente non era soloma in dolce compagnia. Non quella di sua moglie. I video del calciatore, una sorta di eroe nazionale in Russia dopo il bronzo agli Europei del 2008,  hanno alzato un bel polverone.

 GELSENKIRCHEN, GERMANY - NOVEMBER 06: Andrey Arshavin of Arsenal sits on the bench prior to the UEFA Champions League group B match between FC Schalke 04 and Arsenal FC at Veltins Arena on November 6, 2012 in Gelsenkirchen, Germany. (Photo by Christof Koepsel/Bongarts/Getty Images)

CAVALLI E POLIZIA - La nottata da leone dell'ex calciatore dell'Arsenal non si era comunque esaurita qui. Circolano in rete anche un paio di sue foto a... cavallo. Resta da capire come abbia fatto a procurarsi un cavallo in piena notte a San Pietroburgo, ma in ogni caso le condizioni di Arshavin non sembrano esattamente sobrie: evidentemente nei pressi del night club non c'erano taxi in circolazione e il calciatore, da buon fantasista, ha optato per un colpo di genio. Salire in sella a un cavallo e... partire. Un gesto che ha legittimamente mandato su tutte le furie il proprietario dell'animale. Inevitabile l'arrivo della polizia locale, alla quale l'ex Arsenal ha chiesto comprensione e promesso che avrebbe cercato di calmarsi. E ci è anche riuscito prima di essere, nuovamente, protagonista.