Non solo Lukaku, FIFA20 fa arrabbiare anche Auba e Sancho: “Dovreste spiegarmi qualcosa…”

Non solo Lukaku, FIFA20 fa arrabbiare anche Auba e Sancho: “Dovreste spiegarmi qualcosa…”

I calciatori ormai sono attentissimi al loro ritratto videoludico. Negli scorsi anni ci sono state diverse…proteste per volti e capelli non somiglianti. E ora i giocatori sono passati anche loro al livello successivo: lamentarsi per i parametri che gli vengono attribuiti nel gioco.

di Redazione Il Posticipo

Il dado è tratto, ma soprattutto FIFA…ha dato i numeri. L’annuncio dei 100 calciatori più forti del mondo nella nuova edizione del celebre videogioco calcistico ha come sempre monopolizzato l’attenzione dei gamer, ma non solo. Anche i calciatori ormai sono attentissimi al loro ritratto videoludico. Negli scorsi anni ci sono state diverse…proteste per tagli di capelli non riprodotti adeguatamente o volti non perfettamente somiglianti. E ora i giocatori sono passati anche loro al livello successivo: lamentarsi per i parametri che gli vengono attribuiti nel gioco. E quindi arriva Lukaku, che non si spiega perchè il valore della sua velocità (75 su 99) sia così basso. Ma non è l’unico a porsi il problema.

AUBA… – Anche in Inghilterra c’è chi sta chiedendo spiegazioni alla EA Sports, che produce da ormai oltre venticinque anni uno dei giochi più amati del mondo. Ed è addirittura il capocannoniere della scorsa Premier League, il bomber dell’Arsenal Pierre-Emerick Aubameyang. A cui non è bastato essere il miglior marcatore del campionato di Sua Maestà per vedere aumentare la media dei suoi valori, ferma a 88 come nella scorsa stagione. E l’attaccante del Gabon ha twittato: “88 di media, beh, ci posso stare. Ma voi ragazzi di FIFA dovreste spiegarmi qualcosa che davvero non capisco”. A cosa si riferisce? A giudicare dai commenti dei suoi fan, al parametro del tiro: 85 su 99. Non proprio il massimo per chi in un anno ha realizzato 31 reti.

…E SANCHO – E ad Aubameyang si aggiunge anche un’altra stella del calcio, virtuale e non: Jadon Sancho. Il talento della nazionale inglese ha anche lui ottimi motivi per lamentarsi. Evidentemente la fanfara che lo ha identificato come “il re degli assist” (19 nella scorsa stagione tra Bundesliga, Coppa di Germania e Champions League) non è arrivata alle orecchie di chi ha stabilito i parametri. Al punto che nel fondamentale del passaggio, che dovrebbe essere il suo punto forte, Sancho si becca solamente 77. Quanto basta per farlo arrabbiare, con una reazione anche in questo caso su Twitter: “Solo 77 nei passaggi?”. E l’account del gioco ha risposto: “perchè passare quando hai 90 nel dribbling?”. Insomma, accontentare tutti sembra davvero complicato…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy