Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Non solo Koeman, mezza Europa in crisi: quanti allenatori in difficoltà e in bilico alla sosta…

BARCELONA, SPAIN - OCTOBER 03: Carlo Ancelotti, Head Coach of Real Madrid looks on prior to the La Liga Santander match between RCD Espanyol and Real Madrid CF at RCDE Stadium on October 03, 2021 in Barcelona, Spain. (Photo by David Ramos/Getty Images)

La caduta degli dei. Non capita spesso che Bayern Monaco, Real Madrid, Paris St-Germain e Barcellona perdano una partita di campionato. Koeman è in buona compagnia.

Redazione Il Posticipo

BARCELLONA

 (Photo by Daniele Badolato - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)
—  

La caduta degli dei. Non capita spesso che Bayern Monaco, Real Madrid, Paris St-Germain e Barcellona perdano una partita di campionato. La squadra di Koeman era in crisi già da tempo ed è certificata praticamente dall'inizio del campionato. Laporta lo sopporta a denti  stretti. Il matrimonio costa, ma anche... gli alimenti. Dunque vietato esonerare il conducente. Sebbene sia il più preso di mira, il tecnico olandese è in ottima compagnia. 

MONACO

 LEIPZIG, GERMANY - SEPTEMBER 11: Head coach Julian Nagelsmann of FC Bayern München reacts during the Bundesliga match between RB Leipzig and FC Bayern München at Red Bull Arena on September 11, 2021 in Leipzig, Germany. (Photo by Matthias Hangst/Getty Images)
—  

Il Bayern Monaco ha perso dopo 2 anni in casa. Impossibile che passi inosservato. Così come si sprecano le ironie su Nagelsmann. In Germania gli sono grati... perché con lui alla guida del Bayern Monaco la Bundesliga è un campionato più equilibrato. Al netto del sarcasmo, l'impressionante striscia di 30 partite consecutive di imbattibilità dei padroni di casa ha fatto malissimo ai bavaresi, che vanno alla sosta private di diverse certezze. E Nagelsmann non ha ancora convinto

MADRID

BARCELONA, SPAIN - OCTOBER 03: Carlo Ancelotti, Head Coach of Real Madrid looks on prior to the La Liga Santander match between RCD Espanyol and Real Madrid CF at RCDE Stadium on October 03, 2021 in Barcelona, Spain. (Photo by David Ramos/Getty Images)
—  

Luna di miele finita fra Ancelotti e il Real Madrid. Evidentemente il tecnico italiano aveva subodorato qualcosa, prima della settimana terribile, spiegando che sarebbero arrivati momenti complicati. E dopo l'umiliazione della sconfitta con lo Sheriff e le notti insonni, è arrivato anche il Ko con l'Espanyol. Vantaggio vanificato e striscia di imbattibilità di 25 partite interrotta. Nessuno tocca Ancelotti ma è noto come l'atmosfera alla Casa Blanca cambi in fretta...

PARIGI

 PARIS, FRANCE - AUGUST 14: Mauricio Pochettino, head coach of Paris Saint- Germain looks on during the Ligue 1 Uber Eats match between Paris Saint Germain and Strasbourg at Parc des Princes on August 14, 2021 in Paris, France. (Photo by David Rogers/Getty Images)
—  

Possibile ritrovarsi nell'occhio del ciclone perdendo solo una partita dopo un percorso netto di otto vittorie consecutive? Se si allena il PSG non è sorprendente. Pochettino è chiamato a vincere. Anzi, obbligato. In questo senso la sconfitta a Rennes ha aperto più di un dubbio sulla gestione del tecnico argentino che nonostante la presenza dei tre tenori non è riuscito a segnare contro il Rennes. Il vantaggio è ancora rassicurante ma la sensazione è che non vi sia una fiducia incondizionata dell'ambiente.

AMSTERDAM

 AMSTERDAM, NETHERLANDS - APRIL 08: Erik Ten Hag, Head Coach of Ajax interacts with Referee Sergei Karasev after the UEFA Europa League Quarter Final First Leg match between Ajax and AS Roma at Johan Cruijff Arena on April 08, 2021 in Amsterdam, Netherlands. Sporting stadiums around Europe remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Dean Mouhtaropoulos/Getty Images)
—  

Momento complicato anche per l'Ajax che si è fatto sorprendere in casa dall'Utrecht aprendo la crisi per la squadra di Ten Hag che al netto del dominio territoriale e del possesso palla si è trovato a dover rincorrere senza raggiungere l'avversario che ha accorciato la classifica lasciando quattro squadre nel fazzoletto di tre punti. Equilibrio assicurato, come le polemiche in casa dei lancieri.

MANCHESTER

 MANCHESTER, ENGLAND - SEPTEMBER 25: Ole Gunnar Solskjaer, Manager of Manchester United with Bruno Fernandes after the Premier League match between Manchester United and Aston Villa at Old Trafford on September 25, 2021 in Manchester, England. (Photo by Gareth Copley/Getty Images)
—  

Dopo un buon inizio il Manchester United si è un (bel) po' perso. Quanto basta per alimentare polemiche sulla gestione di Solskjaer. Il tecnico norvegese è nell'occhio del ciclone per la gestione degli uomini e dei moduli di gioco. La sensazione è che la pausa sia l'ultima occasione per riorganizzarsi anche perché nelle prossime partite i Red Devisl se la vedranno con tutte le big six. E senza risultati Solskjaer rischia di fermarsi prima della prossima sosta.

OPORTO

 (Photo by Octavio Passos/Getty Images)
—  

Momentaccio anche per Sergio Conceicao. Il tecnico, dopo la sconfitta interna con il Liverpool, era pronto a rassegnare le dimissioni, chiedendo e ottenendo l'intervento della dirigenza. Rimasto al suo posto, non ha smaltito arrabbiatura e nervosismo: la sua squadra non l'ha tradito contro il Pacos Ferreira ma la sensazione è che la cenere continui a covare.