calcio

Non solo Ibra: a volte ritornano…in nazionale

Riccardo Stefani

  (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

Dall’europeo del 2004 il mondo si è accorto di Wayne Rooney. Prima di allora solo l’Everton aveva una minima idea di che razza di campione avesse il merito di aver cresciuto. In quel campionato europeo il giovanissimo Rooney segna ben due doppiette: una contro la Svizzera e l’altra contro la Croazia. Da lì in poi, ha rappresentato la nazionale di Sua Maestà la Regina e con il tempo ne è divenuto il miglior marcatore di tutti i tempi. E Rooney dà l’addio alla nazionale nell’amichevole contro i ‘suoi’ Stati Uniti a Wembley, dove aveva giocato la sua ultima partita contro la Scozia due anni prima. 

Potresti esserti perso