Non è vero ma… ci credo: Mbappé fa i conti con la “maledizione della cover di FIFA”

Non è vero ma… ci credo: Mbappé fa i conti con la “maledizione della cover di FIFA”

Talento e tattica non bastano. A volte serve un po’ di superstizione. A fare i conti con la maledizione della cover di FIFA, quest’anno, è Kylian Mbappé.

di Redazione Il Posticipo

Nel calcio è importante l’allenamento, la concentrazione, la tecnica e la capacità di recepire e mettere in atto i piani tattici dell’allenatore. Tuttavia, a volte, sembra tutta una questione di fortuna. Così, molti giocatori si affidano spesso a gesti superstiziosi. Una preghiera, una maglia, un tatuaggio o un portafortuna. Per alcuni, però, basterebbe non… comparire sulla copertina del videogioco di calcio FIFA. A fare i conti con la maledizione della cover di FIFA, quest’anno, è Kylian Mbappé.

MALEDIZIONE – Come riporta la testata inglese Sportbible, i calciatori che sono comparsi sulla copertina del videogioco di calcio più amato dagli appassionati, spesso ne hanno riportato alcuni particolari effetti collaterali. Tutto comincia nel ‘98: David Beckham viene stampato sulle copertine del videogioco con la maglia dell’Inghilterra prima del mondiale francese. Proprio in nazionale, durante il torneo, viene espulso per un calcione a Simeone e subirà insulti per anni dopo la sconfitta contro l’Argentina. Precedente isolato, ma non troppo. FIFA 2011, che simula la stagione 2010/11. In copertina ci sono Kakà che troverà la prima stagione del suo declino e Rooney, che vivrà una delle stagioni meno prolifiche della sua carriera: 16 gol totali rispetto ai 34 dell’anno precedente.

ALTRI PROBLEMI – Ma può decisamente andare peggio. FIFA 17: Marco Reus in copertina. Il tedesco, in quella stagione sarà indisponibile per oltre 200 giorni per infortunio. Due anni dopo, sulla cover c’è Ronaldo ma FIFA, a metà annata, regala una cover secondaria condannando di fatto la stagione di Neymar, con il brasiliano che continua con i suoi infortuni e anche con problemi fuori dal campo. Poi arriva FIFA 20 a segnare la peggior stagione (per sua stessa ammissione) di Eden Hazard, passata tra infortuni e aspettative non rispettate. E ora, la vittima è Mabppé: il fenomeno transalpino ha subito un intervento killer in finale di coppa di Francia contro il Saint Etienne e rischia di salutare il PSG per questo strano residuo di Champions League e forse per tutta la preparazione della prossima stagione. Insomma, forse, i calciatori cominceranno a chiedere alla EA Sports di inserire sulle cover degli ex calciatori leggendari. Del resto, non è vero ma…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy