Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Non è vero ma…ci credo: le coincidenze che fanno sognare la Champions al Chelsea

(Photo by Neil Hall - Pool/Getty Images 2021)

La scaramanzia in fondo fa parte del calcio. E quindi corsi e ricorsi storici non possono che dare un'anticipazione di ciò che accadrà. Dunque, il destino dei Blues potrebbe essere quello di vincere la Champions come nel 2012

Redazione Il Posticipo

La stagione 2020/21 per il Chelsea è fatta di alti e bassi. I Blues hanno speso sul mercato come mai negli ultimi anni, ma al momento i nuovi costosissimi arrivi (Werner, Havertz, Ziyech) non hanno ancora fatto la differenza come speravano a Stamford Bridge. Una Premier League altalenante ha portato al cambio di allenatore, con Lampard licenziato per fare posto a Tuchel, che ha mantenuto l'imbattibilità per 12 partite, prima di crollare in campionato contro il West Bromwich. Per fortuna che in Champions League le cose vanno meglio, con la vittoria a Siviglia, ma ufficialmente in casa del Porto nell'andata dei quarti di finale. Mescolando tutte queste cose, che si ottiene? Semplice: la vittoria nella finalissima di Istanbul.

ESONERO E WEST BROM - Strano ma vero, in Inghilterra ci credono sul serio, perchè la scaramanzia in fondo fa parte del calcio. E quindi corsi e ricorsi storici non possono che dare un'anticipazione di ciò che accadrà. Il Sun spiega dunque che il destino dei Blues potrebbe essere quello di vincere la Champions come nel 2012. E le prove sono sotto gli occhi di tutti. Intanto, l'esonero di Lampard richiama ovviamente quello di Villas-Boas, che in quella straordinaria stagione è stato messo da parte. Certo, al posto dell'inglese non c'è un traghettatore come Di Matteo ma un tecnico affermato come Tuchel, ma insomma, la casella della sostituzione del giovane allenatore è stata riempita. Così come quella della sconfitta col West Brom, presente anche nella stagione 2011/12, anche se solo per 1-0 e non per 2-5.

 (Photo by Matthew Childs - Getty Images)

IL CAMMINO IN CHAMPIONS - Si può andare avanti? Certo che sì. Nella Champions vinta, il Chelsea ha eliminato ai quarti una squadra portoghese, il Benfica, vincendo per 0-1 in Portogallo e poi anche 2-1 a Stamford Bridge. Stavolta la vittima lusitana dovrebbe essere invece il Porto, battuto 0-2 a domicilio (più o meno...) e atteso dal ritorno sempre a Siviglia. E poi, dulcis in fundo, la semifinale. Nell'anno della Champions, la squadra di Di Matteo si è trovata davanti il Barcellona, battuto 1-0 in casa e poi tenuto sul 2-2 al Camp Nou. E, a meno di clamorose remuntade nel match di ritorno, sulla strada di Tuchel e dei suoi dovrebbe esserci il Real Madrid, che all'andata ha battuto il Liverpool per 3-1. Dunque, ce n'è abbastanza per sognare. Perchè anche da quelle parti, non è vero...ma ci credo.