Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Noel Gallagher: “Titolo al Liverpool, se lo merita. Pensiamo a un futuro senza porte chiuse”

Il cantante è un fan sfegatato del City Campione in carica, ma ammette che i reds meritano il titolo.

Redazione Il Posticipo

Il Covid-19 ha paralizzato il calcio e interrotto il sogno del Liverpool. I reds sono a pochissimi punti dalla prima Premier della loro storia (l'ultimo titolo risale al 1990, quando l'attuale formato neanche era immaginato) e rischiano di vederselo assegnato. Eppure, Klopp trova un avvocato d'ufficio in chi meno si aspetta. Noel Gallagher ammette che il Liverpool meriti il titolo.

GIUSTIZIA - Il cantante è un notissimo tifoso del City, che in caso di sospensione non cederebbe lo scettro. Piuttosto che "congelarlo", però, Noel preferisce consegnarlo. Le sue parole sono riprese dal Liverpool Echo. "Sarebbe giusto darglielo. La situazione è molto chiara. Il Liverpool ha già vinto comunque, ma l'unica cosa che impedisce di assegnargli il titolo è trovare una soluzioni per retrocessioni e promozioni negli altri campionati. Credo che il calcio dovrebbe iniziare a pianificare la prossima stagione sin da subito perché quanto accade adesso credo continuerà. Il calcio è tutto per i tifosi e non sono molto d'accordo che le partite si giochino a porte chiuse".

FUTURO - Noel ha le idee chiare anche per l'immediato futuro. "Non mi importa molto se il campionato riprende con sei partite al giorno, anche se ovviamente questo renderebbe il momento di isolamento un po' più sopportabile. Però è innegabile che le partite a porte chiuse non sono neanche così belli da guardare". E teme che la gente, richiamata dall'evento possa comunque presentarsi fuori dallo stadio. "Tutti i miei amici che sono fan di City hanno pensato di andare anche se le partite si giocano a porte chiuse. Penso che le autorità dovrebbero pensare a come impostare la prossima stagione limitando la distanza sociale fra i tifosi".