Nike, addio Neymar: il rapporto si chiude (in anticipo) dopo 15 anni

Il contratto di sponsorship di Neymar con la Nike si conclude dopo 15 anni. E il ‘baffo’ non fornisce spiegazioni troppo dettagliate al riguardo…

di Redazione Il Posticipo

Lo sanno tutti. Nel calcio conta il campo. È pur vero, però, che in campo ci vanno i giocatori, dei giovani esseri umani e in quanto tali dotati di più sfaccettature di un diamante. Le prestazioni possono dipendere dal grado di soddisfazione nella squadra, dal ruolo, dall’allenatore, dalla vita privata e, perché no, dal grado di soddisfazione economica. A quest’ultima, oltre, al vero e proprio stipendio e ai bonus del club contribuisce il contratto di sponsorizzazione che un calciatore stringe con un marchio sportivo. Ecco, quello di Neymar con la Nike si conclude dopo 15 anni.

FINE – L’esterno offensivo brasiliano è un giocatore molto particolare, si sa. Il problema principale è la continuità di rendimento ma va detto che in questo anno difficile per tutti, O’Ney ha giocato una delle sue migliori stagioni degli ultimi anni.  Nonostante ciò, l’agenzia spagnola EFE diffonde la notizia che la Nike ha posto fine al suo vincolo contrattuale con il calciatore. Il ragazzo, riporta Marca, era legato al marchio sportivo statunitense dall’età di 13 anni quando militava nelle giovanili del Santos e il baffo lo ha accompagnato per tutta la sua carriera fin qui.

I MOTIVI – Poco dopo, lo stesso marchio sportivo ha comunicato in una nota che “Neymar cesserà di essere un atleta Nike il 31 agosto 2020”. Una comunicazione piuttosto concisa. Quello che però non è stato comunicato è il motivo della chiusura del rapporto, che in teoria doveva continuare fino al 2022. Secondo il quotidiano brasiliano Diario Do Peixe, la dinamica dei fatti sarebbe piuttosto semplice. La Nike avrebbe offerto un nuovo contratto al giocatore del Paris Saint-Germain che però avrebbe rifiutato l’accordo per via dell’offerta economica. Come riporta Calcio e Finanza, le trattative si sarebbero interrotte già prima della pandemia e non è stato possibile riprenderle con successo. Il marchio sportivo americano avrà comuque tutta la comprensione e la solidarietà di Leonardo e di Al Khelaïfi visto che anche loro hanno sperimentato…quanto sia complicato far firmare un contratto a O’Ney.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy