Niente Serie B, siamo tedeschi: possibile ripescaggio per la Germania in Nations League

La scorsa Nations League ha visto la Germania retrocedere in seconda divisione, un evento che ha fatto parecchio rumore. Ma ora la squadra di Low potrebbe evitarsi la stagione (o forse più di una) di purgatorio…

di Redazione Il Posticipo

Dopo il crollo al Mondiale 2018, sembrava che alla Germania del calcio non potesse andare peggio. Ma mai dire mai, come ha dimostrato la Nations League. Nella prima edizione del nuovo torneo continentale che ha preso il posto delle classiche amichevoli, la Mannschaft ha continuato a deludere, fino a un risultato che ha dell’incredibile: la retrocessione nella seconda divisione, dopo essere arrivata ultima nel girone a tre con Olanda e Francia. Non proprio avversarie deboli, ma il fatto che i tedeschi fossero finiti in…Serie B aveva fatto davvero rumore. Ma ora la squadra di Low potrebbe evitarsi la stagione (o forse più di una) di purgatorio.

16 SQUADRE – Come riporta la Deutsche Presse-Agentur, infatti, è allo studio un cambiamento della formula della Nations League. L’obiettivo è quello di ampliare la prima divisione, attualmente composta da quattro gironi da tre squadre. La nuova proposta prevede invece una Serie A a sedici nazionali, ottenuta attraverso le promozioni dell’edizione precedente (Ucraina, Svezia, Bosnia e Danimarca) ed evitando la retrocessione di chi è arrivata ultima nel 2019 (Germania, ma anche Islanda, Polonia e Croazia). Come riporta AS, il tutto è finalizzato ad una ulteriore crescita della competizione. E l’idea di lasciare fuori dalla massima serie non solo i quattro volte campioni del mondo, ma anche i vicecampioni in carica, poteva far perdere appeal.

REAZIONI – Dunque, la Germania rischia di evitare di passare il biennio 2020/21 ad affrontare nazionali di livello inferiore, tornando in prima divisione senza aver ottenuto la promozione sul campo. Una scelta che ovviamente farà discutere, ma che forse farà anche piacere a chi dovrà giocare la seconda serie nella prossima edizione. Con Germania e Croazia in campo, a meno di un incrocio nei sorteggi, due posti su quattro per le promozioni rischiano di essere già assegnati. Così, invece, altre nazionali possono sperare di guadagnarsi l’accesso all’aristocrazia del calcio europeo a 16 squadre. E se poi la Mannschaft dovesse di nuovo retrocedere, beh, stavolta non la potrebbe davvero salvare nessuno!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy