Niente documentario, siamo il Liverpool: Klopp chiude le porte ad Amazon

Niente documentario, siamo il Liverpool: Klopp chiude le porte ad Amazon

You’ll Never Walk Alone. Questo c’è scritto sui cancelli dello stadio del Liverpool. E questo è tutto quello che vedranno le telecamere di Amazon. Niente documentario, siamo i Reds. Il tecnico tedesco ha messo la parola fine alla questione.

di Redazione Il Posticipo

You’ll Never Walk Alone. Questo c’è scritto sui cancelli dello stadio del Liverpool. E questo è tutto quello che vedranno le telecamere di Amazon. Niente documentario, siamo i Reds. E pazienza se lo scorso anno l’azienda di base a Seattle ha battezzato il Manchester City e i suoi operatori hanno accompagnato Guardiola e i suoi verso la conquista della Premier. Questa “investitura” non interessa troppo sulla Merseyside. O almeno, non a Jurgen Klopp. Da quello che riporta il Daily Mail, sarebbe stato proprio il tecnico tedesco a mettere la parola fine alla possibilità di una nuova versione, in salsa Reds, di “All or Nothing”.

NIENTE TELECAMERE – La società, sostiene il tabloid, sarebbe stata più che orientata a dire sì al colosso statunitense. E anche il proprietario, l’americano John Henry, avrebbe visto di buon occhio l’operazione. Ma il no è arrivato da chi, in fondo, negli spogliatoi deve lavorarci. Troppa esposizione mediatica che può rovinare la concentrazione, questa la motivazione addotte da Klopp, che preferisce lavorare senza avere attorno telecamere in ogni momento. Per non parlare del fatto, continua il Mail, che la presenza dell’obiettivo rischia, consciamente o no, di influenzare i comportamenti delle persone, portandole magari a comportarsi diversamente da quanto farebbero in circostanze “normali”.

SCOMMESSA – Dunque, zero riflettori, solo schiettezza. Ma l’offerta, in fondo, non può che far piacere a Klopp anche se alla fine verrà rifiutata. Se Amazon si è detta pronta a “scommettere” sui Reds significa che c’è molto credito per la squadra del tecnico tedesco e nelle sue possibilità di portare effettivamente portare a casa la Premier League. Ma c’è anche il rovescio della medaglia. Se le cose non dovessero andare come i tifosi del Liverpool sperano, mettere in video eventuali problemi, scontri e attriti, non darebbe certo dare una buona immagine del club, dell’allenatore e dei suoi giocatori. Quindi pazienza, l’incoronazione, se ci sarà, arriverà a telecamere spente. Amazon, dal canto suo, avrebbe già trovato un altro soggetto: il Bayern Monaco. Vista la Bundesliga ultimamente, più che una scommessa è…un titolo di stato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy