Niente casa…e bottega: lo United cambia albergo, ma Mou non sceglie quello di Scholes e compagni!

Niente casa…e bottega: lo United cambia albergo, ma Mou non sceglie quello di Scholes e compagni!

Per evitare di fare tardi come accaduto con il Valencia, lo United cambia albergo e si raduna a poche centinaia di metri da Old Trafford. Ma non al celebre hotel di proprietà degli ex calciatori della Class of ’92…

di Redazione Il Posticipo

Fare tardi allo stadio giocando in casa può sembrare un’impresa, ma nel magico mondo del Manchester United di questa stagione diventa solo una delle tante storie strane che i tifosi dei Red Devils potranno raccontare a figli e nipoti. E quindi tutti ricorderanno a lungo di quando Mourinho è stato costretto a chiedere al Valencia di posticipare il calcio di inizio della partita di Champions League perchè il pullman dello United è rimasto imbottigliato nel traffico. Un problema che è anche costato una multa al club e che quindi sarebbe meglio non si ripetesse. Meglio, dunque, non fare più…casa e bottega.

CASA E BOTTEGA – Già, perchè per le partite di Champions e di Europa League Pogba e compagni si sono sempre riuniti al centralissimo Lowry Hotel. E c’è un ottimo motivo per cui da più di due anni funziona così: si tratta dello stesso albergo in cui vive Mourinho, che non ha ancora deciso di comprarsi un appartamento a Manchester (e vista la poca sicurezza lavorativa, forse non ha neanche torto). Fino alla partita contro il Valencia tutto è sempre filato liscio, ma un ingorgo non è mai un qualcosa di prevedibile, quindi fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio. Di conseguenza, stavolta è toccato anche allo Special One fare i bagagli per raggiungere i suoi in ritiro all’hotel Hilton.

CLASS OF ’92 – Distanza da Old Trafford? Seicento metri, roba che se non ci fossero protocolli di sicurezza da rispettare, la squadra di Mou potrebbe arrivare allo stadio a piedi come si faceva a volte negli anni Settanta. Tempo di percorrenza stimato anche in caso di traffico infernale, quattro minuti. E a questo punto viene logico chiedersi perchè, visto che c’è un albergo così vicino allo stadio, lo United non si raduni sempre lì. Questione…di concorrenza. A pochi minuti dall’impianto, infatti, c’è anche l’Hotel Football, l’albergo di proprietà di alcuni calciatori della Class of ’92. Che però non è un cinque stelle e quindi è stato scartato. Ma forse per non fare uno sgarbo ai grandi ex, l’Hilton finora non era stata un’opzione. Però, visti i rapporti tesi tra Mou e alcuni degli storici ex dello United, in particolare con Paul Scholes, stavolta si va dai nemici del nemico. Che quindi, diventano amici.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy