Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Nicolato: “Questi ragazzi sono solo da ringraziare, spero di averli in condizione a giugno”

VICENZA, ITALY - SEPTEMBER 07: Paolo Nicolato head coach of Italy U21  looks on during the UEFA European Under-21 Championship Qualifier between Italy U21 and Montenegro U21 at Stadio Romeo Menti on September 07, 2021 in Vicenza, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Vittoria per 1-0 che permette agli azzurrini di restare abbondantemente in corsa per la qualificazione al prossimo Europeo di categoria

Redazione Il Posticipo

L'Italia di Nicolato soffre ma centra l'obiettivo contro la Bosnia. Vittoria per 1-0 che permette agli azzurrini di restare abbondantemente in corsa per la qualificazione al prossimo Europeo di categoria. Tre punti che soddisfano il CT Nicolato che analizza la sfida ai microfoni di Raisport.

SOFFERTO - Era importante vincere, anche soffrendo. Italia che è riuscita a mantenere la porta inviolata leggendo bene, a differenza dell'andata, il finale. "Siamo un po' calati ma è una vittoria importante, non siamo in una condizione di grande freschezza ma comunque bravi a portare a casa il risultato. Siamo verso la fine delle qualificazioni, sappiamo che centrare l'obiettivo non è facile ma guardiamo al futuro con fiducia e determinazione. Spero che a giugno i ragazzi possano raggiungere una condizione fisica adeguata, ne avremo bisogno. La squadra è stata comunque molto brava a sopperire con la testa e con la tattica al ritmo partita che è quello che è. Con il crescere della condizione fisica anche la squadra alzerà il proprio rendimento".

 VICENZA, ITALY - SEPTEMBER 07: Paolo Nicolato head coach of Italy U21 looks on during the UEFA European Under-21 Championship Qualifier between Italy U21 and Montenegro U21 at Stadio Romeo Menti on September 07, 2021 in Vicenza, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

PROSPETTIVE - Nel finale, un abbraccio di gruppo. Tutti insieme, in cerchio. Un segnale chiaro e forte. La squadra è unita, il gruppo è compatto ed è pronto a prendersi le responsabilità dopo il pareggio indigesto con il Montenegro. Un risultato che ha dato fastidio. "Giocare su certi campi è davvero difficile e in certe condizioni e situazioni non siamo ancora in grado di competere. I ragazzi hanno qualità tecniche ma devono ancora imparare a battagliare. In generale vanno solo ringraziati, hanno tante difficoltà legate a diverse situazioni e capisco che a volte in campo non riesca tutto. Contro il Montenegro era veramente difficile, ci sono delle situazioni un po' particolari e occorre sempre mantenere la lucidità in campo e nei giudizi. Vi sono delle partite in cui ci si può anche accettare il risultato specialmente in alcuni casi. Certi tipi di partite si rischiano anche di perdere".