Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Nicolato: “Dobbiamo imparare a segnare di più, la Svezia non ci concederà così tanto”

Nicolato: “Dobbiamo imparare a segnare di più, la Svezia non ci concederà così tanto” - immagine 1

L'Under 21 porta a casa tre punti importantissimi nel girone di qualificazione ai prossimi campionati europei di categoria ma il CT pretende di più.

Redazione Il Posticipo

L'Under 21 porta a casa tre punti importantissimi nel girone di qualificazione ai prossimi campionati europei di categoria. La squadra di Nicolato, dopo il doppio vantaggio con Okoli e Vignato nei primi 27' di gioco, non ha saputo trovare il colpo del definitivo Ko esponendosi a qualche rischio di troppo,  complice il jolly pescato dai padroni di casa a 12' dalla fine con Barasic e il chilometrico recupero concesso dall'arbitro. Vittoria che permette agli azzurrini di essere potenzialmente in vetta al girone. L'Italia ha un punto di svantaggio dalla Svezia che però ha una partita in più. Al termine della sfida il commissario tecnico ha parlato ai microfoni di Rai Sport. 

CINISMO - Vittoria più sofferta per come si era messa la partita. E comunque il CT era curioso di capire come si sarebbe gestita una eventuale sofferenza. Accontentato. "Una gara sporca. Capita, quando non si trova il gol dopo che se erano creano i presupposti per segnarne tanti. Quando abbiamo preso il gol al primo tiro in porta ci siamo innervositi ma fa bene anche vivere questo tipo di esperienza perché in alcuni momenti  abbiamo giocato in modo un po' infantile. Questa sfida ci insegna che dobbiamo migliorarci di più serve segnare di più. Abbiamo le qualità per trovare la via della rete".

Nicolato: “Dobbiamo imparare a segnare di più, la Svezia non ci concederà così tanto”- immagine 2

PROSPETTIVE  - Non è detto che contro la Svezia sarà possibile sprecare tanto. Né che gli scandinavi concedano quanto i bosniaci. In ogni caso la situazione resta tutta a vantaggio degli azzurri, padroni del loro destino. "Prima dei punti occorre guardare la prestazione che resta comunque positiva.  La squadra mi è piaciuta ma deve ragionare in modo diverso. Serve capitalizzare ogni episodio perché l'imprevisto è sempre dietro l'angolo e può cambiare la partita in qualsiasi momento. Per questo mi aspetto maggiore cattiveria e determinazione negli utili sedici metri. La Svezia non ci concederà molto, ci darà poche opportunità e dovremo sfruttarle al meglio altrimenti la gara si metterà in salita".