Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Nicolato: “C’è tanto da lavorare, normale che sia così, ma giocare ci aiuterà a capire dove migliorare”

DIFFERDANGE, LUXEMBOURG - NOVEMBER 15: Head Coach Paolo Nicolato of Italy looks on during the UEFA Euro Under 21 Qualifier match between Luxembourg U21 and Italy U21 at Stade Municipal de la Ville de Differdange on November 15, 2020 in Differdange, Luxembourg. (Photo by Lukas Schulze/Getty Images)

Il cammino verso la qualificazione ai prossimi Europei, e, soprattutto, alle Olimpiadi di Parigi 2024 parte da una vittoria convincente contro il Lussemburgo.

Redazione Il Posticipo

L'Under 21 apre il nuovo ciclo nel migliore dei modi. Il cammino verso la qualificazione ai prossimi Europei, e, soprattutto, alle Olimpiadi di Parigi 2024 parte da una vittoria convincente contro il Lussemburgo. Avversario non irresistibile, certo, ma contavano l'approccio e la determinazione. Dopo qualche correttivo gli azzurrini hanno risposto e messo in luce anche diverse buone individualità. Oltre al risultato, contava anche convincere. E in questo senso la squadra di Nicolato ha mantenuto le attese. Il Commissario Tecnico ha parlato, al termine della sfida, ai microfoni di Raisport.

POSITIVO - Alla vigilia il tecnico è stato prudente. Un segnale di continuità importante, quello dell'Under 21. Vittoria che non lascia spazio a dubbi e incertezze. Era importante partire bene. "Dire che siamo partiti alla grande è esagerato, c'è ancora tanto da lavorare ed è normale che sia così. Siamo venuti da pochi allenamenti siamo stati insieme due o tre giorni ma vedo grande impegno e questo è un qualcosa di molto importante". Schema speculare all'Italia di Mancini. Si è tornati alla difesa a quattro. "Non è una novità assoluta, anche nel primo anno dello scorso ciclo l'abbiamo utilizzato. Dobbiamo migliorare la fase difensiva, soprattutto nel lavoro davanti alla difesa. Sono soddisfatto di alcune cose, altri aspetti sono rivedibili ma giocare ci aiuta a capire dove intervenire. Chiaramente non è un lavoro di pochi giorni, ma scendere in campo aiuterà a chiarire le idee sia dal punto di vista del lavoro individuale che di gruppo".

DIFFERDANGE, LUXEMBOURG - NOVEMBER 15: Head Coach Paolo Nicolato of Italy looks on during the UEFA Euro Under 21 Qualifier match between Luxembourg U21 and Italy U21 at Stade Municipal de la Ville de Differdange on November 15, 2020 in Differdange, Luxembourg. (Photo by Lukas Schulze/Getty Images)

PROSPETTIVE - Sette giocatori che erano a Wembley, provenivano dall'Under 21. L'obiettivo è arricchire il club Italia di nuovi talenti. E sfruttare al meglio le potenzialità di una squadra che ha diverse individualità importanti: "Tonali non ha bisogno di presentazioni. Cancellieri ha grande qualità. I ragazzi hanno espresso un buon calcio, sono stati convocati per questo. I calciatori di valore, a mio avviso, vanno sempre messi in campo". Contro il Montenegro, avversario più tecnico, si alza l'asticella ma il primo esame è comunque superato.