Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Nicola: “Il risultato non rispecchia il valore della partita, adesso trasformiamo la rabbia in benzina per il Lecce”

Il Genoa esce malissimo dal Grande Torino. La salvezza è un discorso a due con il Lecce.

Redazione Il Posticipo

Il Genoa esce malissimo dal Grande Torino. La salvezza è un discorso a due con il Lecce. Un 3-0 forse troppo severo ma che lascia il Grifone a giocarsi la salvezza con il Lecce nello scontro diretto che avrà un valore assoluto. Nicola analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

QUALITÀ  - La sensazione è che il Torino abbia avuto maggiore qualità e sfruttato gli episodi.  Sirigu ha tenuto in piedi i granata poi dopo il gol la partita è cambiata. "La nostra realtà è quella di lottare sino alla fine. Il risultato non rispecchia il valore della partita. Sirigu è stato bravissimo, noi abbiamo creato molto nei primi minuti poi abbiamo subito gol. Sostanzialmente è una partita difficile da spiegare. Sembra tutto negativo ma non è così. Dopo il gol abbiamo anche sfiorato il pareggio poi sul 2-0 rischiando qualcosa la squadra ha perso equilibrio e distanze. Dobbiamo essere cinici. Due reti si possono recuperare, ma è meglio che siano gli altri a inseguire noi".

SALVEZZA - Adesso è corsa a due con il Lecce. "Non c'è tempo di pensare, si gioca fra pochi giorni, non c'è tempo di soffermarsi troppo a pensarci su. Trasformiamo la rabbia in benzina. Dobbiamo continuare a credere di raggiungere il nostro obiettivo. Non è un obbligo, è una precisa volontà. La rosa è valida abbiamo le qualità per tirarci fuori da questa situazione. Con i ragazzi ho un rapporto sincero, leale. Sul piano emotivo oltre che tecnico. Non mi abbatto né mi esalto. Ho visto una squadra che è andata in campo per giocarsela. Dobbiamo proseguire sulla strada della determinazione".