Nicola: “Eravamo ultimi. Adesso essere un punto avanti o indietro conta poco, conta alla fine”

Nicola: “Eravamo ultimi. Adesso essere un punto avanti o indietro conta poco, conta alla fine”

Il Genoa non riesce a uscire dalla zona retrocessione.

di Redazione Il Posticipo

Un Genoa non brillantissimo, ma molto generoso non basta per uscire dalla zona retrocessione. Al termine della sfida giocata e persa con il Napoli, Nicola analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

CARATTERE – Il Genoa è un gruppo coeso, senza dubbio: ma non basta ancora. “Ci manca la continuità nelle prestazioni. Spesso il Napoli di ci faceva arretrare, ma ho visto una squadra che sta ritrovando, dopo cinque partite, meccanismi e aggressività anche nella produzione di gioco. Noi vogliamo questo tipo di calcio. Chiaro che gli allenamenti non sono molti ma le partite ci aiutano a giocare come desideriamo”.

SALVEZZA – Le prospettive restano comunque invariate: molto se non tutto si giocherà con il Lecce. “Eravamo ultimi. Adesso essere un punto avanti o indietro conta poco. L’importante è arrivare davanti alla fine. Credo che la prestazione di stasera sia assolutamente importante. Contro il Napoli ho visto una delle migliori prestazioni se avessimo pareggiato non ci sarebbe stato niente da dire. Adesso scrolliamoci di dosso ogni timore. Bisogna continuare a credere in questo tipo di calcio ci sono 21 punti a disposizione e tanti scontri diretti. Dobbiamo giocare convinti di potercela fare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy