Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Nicola, affrontare la Lazio per evitare la B…. significa salvezza. E c’è sempre di mezzo il Toro…

CROTONE, ITALY - MAY 28: Head coach of Crotone Davide Nicola celebrates after the Serie A match between FC Crotone and SS Lazio at Stadio Comunale Ezio Scida on May 28, 2017 in Crotone, Italy.  (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Nicola, specialista di salvezze impossibili. Questa volta ha salvato il Torino. Con la Lazio ad essere arbitra del destino del tecnico.

Redazione Il Posticipo

Nicola, specialista di salvezze impossibili. Questa volta ha salvato il Torino. Con la Lazio ad essere arbitra del destino del tecnico. Che, però, quando incrocia i biancocelesti in sfide che possono decretare la permanenza o la retrocessione riesce sempre a centrare imprese al limite dell'incredibile. Due sfide da "vita o morte", sportiva, s'intende, contro la Lazio. E altrettante salvezze. E, ancor più curiosamente in entrambi i casi c'è il Toro di mezzo. Nel 2021, avversario diretto. Nel 2017, invece... meta di pellegrinaggio.

ROMA - Contro la Lazio succede sempre qualcosa di speciale. Per la prima volta nella stagione, la Lazio non segna all'Olimpico. E nessuno può dire che la squadra di Simone Inzaghi, che ha cercato in tutto i modi di non condannare alla B il fratello, non ci abbia provato. I padroni di casa hanno attaccato dall'inizio alla fine. E dove non è arrivato Sirigu, ci hanno pensato i montanti. Due, i pali, prima il destro, e poi il sinistro, hanno negato il gol che avrebbe costretto il Torino ad andare a caccia della salvezza in una drammatica sfida spareggio con il Benevento. Invece, incredibilmente, i granata riescono nell'impresa con una giornata d'anticipo. Del resto, Nicola è abituato ai miracoli contro la Lazio.

CROTONE - Il precedente è a Crotone nella stagione 2016/2017. La squadra calabrese, allenata proprio dall'attuale tecnico del Torino, sembra destinata alla B. Serve un miracolo. A volte accadono. Il Crotone inizia a macinare punti. Vince e pareggia. Pareggia e vince. E intanto lì davanti, esattamente come accaduto al Benevento in questa stagione, l'Empoli crolla. Si arriva all'ultima giornata. Allo "Scida" arriva la Lazio mentre l'Empoli deve giocare contro il Palermo già retrocesso. Accade, l'incredibile: i toscani perdono in Sicilia mentre qualche centinaio di chilometri più a nord, il Crotone supera la Lazio 3-1.

TORINO - Una favola a lieto fine. Che vede protagonista, nel 2021 come nel 2017, anche il Torino. Perché Nicola deve mantenere una promessa. Nicola aveva detto che avrebbe percorso i 1300 che separano Crotone dal capoluogo piemontese in bicicletta. In nove giorni, il tecnico completerà il percorso e arriverà al Filadelfia. Quello che sarà lo stadio dove costruirà, qualche anno dopo, la salvezza del Torino. Ancora contro la Lazio.