Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Nicola: “Abbiamo ritrovato gioco e identità, l’aspetto mentale è fondamentale”

Una vittoria preziosa che permette al Genoa di tornare alla vittoria in campionato dopo la pausa forzata.

Redazione Il Posticipo

Il Genoa vince contro la Spal e si allontana, seppur momentaneamente, dalla zona retrocessione. Una vittoria importante per classifica e morale. Nicola analizza la sfida ai microfoni di DAZN

SBLOCCATI - Prima vittoria post covid, nella prima sfida di una lunga serie di scontri diretti che potranno decidere il destino del grifone: "Mi è piaciuto rivedere la voglia di proporre gioco in una partita che non era scontata. Stiamo ritrovando il nostro gioco". Dopo il rigore sbagliato, c'era il rischio contraccolpo. "Credo sia stato bravo il loro portiere. Volevo che Iago segnasse su azione, ha giocato con umiltà e si è messo a disposizione della squadra ed è rimasto in campo perché aumentava la qualità nel palleggio. Lui ha delle caratteristiche ideali da esterno con capacità di accentrarsi. In generale, però, mi interessa di più aver visto una squadra consapevole delle proprie possibilità. Basti pensare a Pandev. Un leader tecnico che ha la capacità di guidare i compagni. Sono contento anche per Schone. Oggi abbiamo avuto identità, idee e capacità di tenere il campo".

PROSPETTIVE - La salvezza resta alla portata, specialmente in vista degli scontri diretti. "Io non utilizzo mai i termini che possono risultare da aut aut. Non ritengo siano produttivi. Sappiamo che le prossime partite sono importanti e ci danno la possibilità di giocare per qualcosa di importante. Il fuoco dentro deve fare parte dello stato emotivo di un giocatore. Non c'è un solo progetto che possa poggiarsi solo sulla tecnica. L'aspetto mentale è fondamentale".